14°

27°

Viaggi

Isole Eolie, un mare di monti

Isole Eolie, un mare di monti
Ricevi gratis le news
0

Roberto Longoni
Terra», confermano i piedi, poggiando sulla riva di Salina. Terra, già, ma il passo ondeggia ancora, come se il mare scuotesse anche le fondamenta dell’isola. Il barcaiolo l’aveva detto a Panarea: meglio rientrare subito. Il cielo annunciava burrasca, ma Stromboli era a portata di sguardo, un triangolo perfetto come disegnato da un dio bambino. Impossibile resistere al suo richiamo. Così, lasciate le stradine percorse dagli Ape, le tentazioni degli aperitivi e delle granite, le ville bianche e le cascate di bouganville dell’isola meno eoliana tra tutte, alla fine del giorno si era al cospetto del vulcano inquieto. Zaino in spalla, bastoncini in pugno: Prometei scortati da guide si arrampicano verso la sua vetta dall’alba al tramonto. Una processione estrema più che un trekking. Un senso di sacralità pagana che s’avverte anche sulle stradine in basso, tra le case che il gigante tollera solo perché ai suoi piedi stanno come inginocchiate. Viene da andare con passo leggero, da moderare i toni al suo cospetto. Iddu va rispettato, Iddu potrebbe innervosirsi. S’incendiava l’orizzonte e arrossava il fianco nascosto della piramide scura. Massi incandescenti erano scagliati verso il cielo, per rotolare lungo la Sciara del fuoco. Dalla barca si osservava uno spettacolo da inizio del mondo, mentre il mare preparava la sua piccola fine del mondo. Onde sempre più alte, una dopo l’altra,  messe in mezzo sulla rotta per Salina. Due ore di traversata. Con il comandante che ogni quarto d’ora ripeteva “siamo quasi arrivati” e l’equipaggio che un po’ si preoccupava e un po’ sorrideva per i continentali sballottati, sempre più pallidi.

Terra, infine: toccata con sollievo e senso di gratitudine, riportati alle giuste dimensioni. Qui la natura è grande e detta le sue regole, qui l’uomo è ospite. Se infuria la burrasca non si va né si arriva: traghetti sospesi, la Sicilia lontana come Marte. Ma è comunque una fortuna, questo obbligo improvviso a guardarsi attorno, dopo giorni di movimento tra Lipari (la “capitale” delle Eolie) e il suo museo che potrebbe essere dedicato a Omero, le case affacciate sul mare, i pescatori pronti a raccontare storie di tonni straordinari mentre riparano le reti all’ombra della chiesa di San Giuseppe. Poi, oltre faraglioni e grotte, Vulcano - due parti collegate da un istmo - con i suoi fianchi tondi e fumanti, i bagni nel fango o nell’acqua cristallina, un’isola dove puoi immergerti nel paradiso e un attimo dopo in una dolcezza dall’aspetto infernale. E poi Filicudi selvaggia, lontana e silenziosa. Appena meno di Alicudi, da percorrere a piedi o a dorso di mulo, tra gli olivi, i fichi d’India, la macchia mediterranea e pietre che profumano di sole. Ora, le onde che assediano Salina sono quasi una fortuna. I fianchi ripidi del vulcano, da mute quinte dietro il porto delle partenze per le bellezze delle altre Eolie, si fanno scale per il cielo. Da ammirare e percorrere con il passo lento e trasognato di Massimo Troisi, che qui girò il suo ultimo film, «Il postino». Giù a Pollara, sul mare, accanto a una riva sottile sotto un’alta falesia chiara, c’è la casa dove abitò il poeta nella finzione cinematografica.

Un paesaggio da attraversare e da gustare, perché questa è terra di mare, ma anche di sapori. Miniera delle pepite verdi dei capperi o delle uve da passire per la Malvasia delle Lipari, un vino che è un distillato di aromi profondi, chiamato «nettare degli dei» da Diodoro Siculo. Succo d'uva da bere a piccoli sorsi, per farsi inondare di sole il palato e la gola.  Il mare è nell’aria e negli occhi, ovunque si guardi. Ma visto dall’alto sembra quasi calmo, mentre Salina è  sempre più montagna. Su un sentiero ripido ma aperto a tutti (lo si percorre anche al chiaro di luna) si sale tra castagneti e alberi d’alto fusto fino alla cima del monte Fossa delle felci, alla sua pace assoluta. Da lassù guardando a sud compaiono la Sicilia, l’Etna. Splendidamente lontani. In mezzo, un mare di miti in burrasca e la pace di un  sogno.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Benny Benassi  ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza"

MUSICA

Benny Benassi ricorda Avicii: "E' stato bello conoscerti e aprire il tuo show a Ibiza" Foto

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina "mai vista" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Morto improvvisamente a 47 anni Filippo Virgili, lavorò per il Papa

Noceto

Morto improvvisamente a 47 anni Filippo Virgili, lavorò per il Papa

RISSE NELLA NOTTE

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

Incidente a Pastorello

Federico Miodini, «il Miodo» giovane padre innamorato della vita

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Soragna

Ragazzi rapinati, notte di terrore alla «Ponzella»

Intervista

Carminati: «Tosca è una tavolozza perfetta»

Incidente a Coltaro

Luigi Bertolotti «un amico meraviglioso, ottimo lavoratore»

AMORE SENZA FINE

Laura e Raffaele, marito e moglie muoiono a 24 ore di distanza

FIDENZA

Svincolo killer, finalmente i lavori per renderlo sicuro

PARMENSE

Ancora sangue sulle strade: morti due uomini a Coltaro e Pastorello

In entrambi i casi, le auto sono uscite di strada

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia denunciata per maltrattamenti

I protagonisti della vicenda abitano a Parma

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Due incidenti mortali in provincia: sulla Gazzetta il ritratto delle vittime

Le vittime sono Federico Miodini, che lascia due bimbi piccoli, e Luigi Bertolotti

tg parma

Mille persone a Corcagnano per ricordare Giulia Demartis Video

infortuni

Infermeria Parma calcio, cattive notizie per Munari e Lucarelli

3commenti

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

5commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

2commenti

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Stop alle auto a Central Park dopo un secolo Video

GIAPPONE

Morta la donna più longeva. Ora la seconda più anziana è in Toscana: ha 115 anni

SPORT

MOTOGP

Austin, domina Marquez. Iannone 3°, Rossi 4°. Dovizioso leader del Mondiale

1commento

TENNIS

Nadal trionfa a Montecarlo: è l'undicesima volta!

SOCIETA'

lutto

Morte di Avicii: "Non ci sono sospetti criminali"

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Bmw M2 Competion, 410 Cv più "democratici"

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover