13°

27°

Viaggi

La Gallura? Un anticipo di paradiso

Ricevi gratis le news
1

di Silvia Ugolotti
La Gallura ha il profumo dell’elicriso e del mirto, i colori delle ferule e degli ulivi, dell’acqua azzurra delle calette.
La Gallura, soprattutto in bassa stagione, è lontana dalla vita glamour e modaiola di Porto Cervo e della Costa Smeralda, dalla confusione delle spiagge affollate. E nonostante questo non è avara; regala, anzi, il meglio di sé quando non è presa d’assalto da migliaia di turisti, sbarcati da navi e charter per passare le vacanze di agosto in una delle mete più belle al mondo: la Sardegna.
Se ci si avvicina all'isola con rispetto e con quel desiderio discreto e rispettoso, che assomiglia molto all’intimità, ci sono tempi e modi per appropriarsi di questa magnifica isola, per godere di tutto quello che ha da offrire: mare da cartolina, un clima ideale, caldo ma sempre ventoso, la vivibilità di alberghi e resort. Diceva Fabrizio De André: "La vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi: ventiquattro mila chilometri di foreste, di campagne, di coste immerse in un mare miracoloso dovrebbero coincidere con quello che io consiglierei al buon Dio di regalarci come Paradiso". E Fabrizio De Andrè la Sardegna la conosceva bene. Conosceva la Gallura, dove visse per molti anni, lasciando un segno profondo nella memoria di chi ebbe modo di conoscerlo; e conosceva bene i sardi, i galluresi, gente verace e autentica, dagli occhi scuri e il cuore aperto.

Secoli di invasioni, spagnole, corse, arabe, non hanno scalfito un’ospitalità che pare essere patrimonio genetico. In compenso i sardi, e i galluresi in particolar modo, sono rimasti molto legati alle proprie tradizioni, che continuano ad alimentare e a tramandare con orgoglio. Nell’entroterra della Gallura, in provincia di Olbia-Tempio, c'è un piccolo paesino, un comune di 1.643 abitanti: Aggius, recentemente insignito della Bandiera arancione, il marchio di qualità turistico ambientale del Touring Club Italiano destinato alle piccole località dell’entroterra che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità. Ad Aggius, tra le viuzze di ciottoli, ha sede il Meoc, il Museo etnografico più grande di tutta la Sardegna, in cui sono custoditi e riprodotti ambienti, costumi, cibi di un popolo fiero, in cui si respira il profumo buono di una saggezza antica, legata ai culti celtici e ai ritmi della natura, in cui il rispetto per la donna, pilastro della quotidianità famigliare viene tramandato di generazione in generazione.

Un viaggio all’interno di una dimensione che appare così lontana da sembrare quasi irreale, che pure si materializza nei piatti tipici della Gallura, che sanno di autenticità e tradizione popolare. Il pane carasau, i formaggi, che qui sono più vaccini che non di pecora, la "zuppa gallurese", preparata con strati di pane raffermo bagnati con brodo di carne vaccina, alternati con formaggio fresco e pecorino stagionato. E poi la ricotta fresca con il miele, che da sola vale un viaggio in Sardegna. Spostandosi verso la costa non c'è bisogno di arrivare a Porto Cervo per godere di spiagge incantevoli e mare cristallino. Da Cannigione a Palau, da Capo D’Orso a Santa Teresa di Gallura, fino all’Isola Rossa; la costa nord orientale della Sardegna offre paesaggi difficili da dimenticare, alla scoperta di calette e spiagge bianche, con il profilo della Maddalena e del suo arcipelago a decorare il panorama. La Corsica è ad un passo; basta uscire in barca una giornata per godersi una gita alla scoperta delle isole di Lavezzi, di Spargi, di Spargiotto. Si può perfino arrivare in pochi minuti all’isola di Budelli, famosa per la sua spiaggia rosa. Non è possibile scendere a visitarla, quello no; anni e anni di turisti alla ricerca di un po' di sabbia da portare a casa come souvenir hanno costretto a vietare l’accesso per salvaguardare l’ecosistema dell’isola e la sua bellezza.

Ma attraccare nella caletta e godersi lo spettacolo, magari accompagnato da un pranzo a base di pesce appena pescato e una bottiglia di buon Vermentino è già di per sé un’esperienza da non perdere.
La cosa più bella della Sardegna, e in particolare di questo splendido angolo che è la Gallura, è proprio la capacità di accoglierti a braccia aperte e, alla fine del viaggio, lasciarti il ricordo indelebile dei suoi colori, dei suoi sapori; il profumo dell’elicriso e del mirto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luigi Gana

    06 Novembre @ 03.53

    Un piacere sapere che arriva un turista e riparte un'amica,un'amante della mia terra natale,è vero, odori, sapori, paesaggi, ti prendono l'anima, quasi una maledizione se ci penso,Saluti dal paese "senza legge" ma con un grande cuore!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tutte le foto del  royal baby

FOTOGALLERY

Tutte le foto del royal baby

Lealtrenotizie

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

1commento

SPORT

Centro sportivo di Collecchio: c'è una nuova offerta, si riapre la gara

L'offerta è stata fatta dall'Istituto per il credito sportivo (Ics). Il Parma Calcio 1913 rassicura i tifosi: "Parteciperemo alla prossima asta pubblica"

8commenti

il fatto del giorno

Botte alla compagna sotto gli occhi della figlia: condannato Video

tg parma

Cerca di fuggire: pusher "placcato" e arrestato dai carabinieri in Viale Vittoria Video

Un cittadino polacco è stato denunciato per furto

Parma

Vandalismi all'Itis, la preside chiude il bagno

PARMA

Incendio in uno scantinato: vigili del fuoco in zona San Lazzaro

E' successo in via Bondi

LUTTO

Addio a Oddi, pilastro dell'Audace

tg parma

Ok al bilancio di Fondazione Cariparma e via libera al nuovo Cda Video

la segnalazione

"Il parcheggio dell'Ercole Negri pericolosamente al buio da troppo tempo"

PARMA

Uno sprint al tramonto: il 4 maggio torna la Cetilar Run

Ecco il percorso della manifestazione: 8 chilometri dal Parco Ducale alla Cittadella

Soragna

I ragazzini rapinati: abbiamo ancora paura

'NDRANGHETA

Gigliotti deve restare in cella: no del gip alla scarcerazione

IL CASO

Massacro di via San Leonardo, chiesto il rinvio a giudizio di Solomon

FELINO

Invalida per finta e denunciata per davvero

Sosta con un permesso falso sullo stallo per disabili in via Brigate Alpine: un'automobilista originaria del Napoletano scoperta e indagata dai vigili

1commento

PARMA

Casa nel Parco: gioco e lavoro vanno a braccetto Foto

CARABINIERI

Scompare da San Secondo: Claudio Lombino ritrovato a San Polo d'Enza

Il 29enne era scomparso venerdì, lasciando a casa portafogli e cellulare

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

1commento

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

correggio

Morì dopo l'arresto in caserma: fu colpito in una rissa per strada Video

Varese

L'omicidio di Lidia Macchi: ergastolo per Stefano Binda

SPORT

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

rugby

Bellini, alle Zebre annata da incorniciare Video

SOCIETA'

social

Da odio a sesso, le linee guida di Facebook sui post vietati

curiosità

La filastrocca sull'aereo Pippo recitata nei luoghi di Parma sotto le bombe Video

MOTORI

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone