14°

27°

Viaggi

Gioco, musica e arte: è la crociera

Gioco, musica e arte: è la crociera
Ricevi gratis le news
0

di Caterina Zanirato

Mai pubblicità fu più azzeccata di quella in cui Amauri, campione della Juventus, appende la maglietta al contatore della luce, provocando un black out allo stadio, e si scusa con un «Sono appena tornato...». Una volta scesi dalla nave Costa Serena è impossibile non pronunciare la famosa frase per giustificare il senso di smarrimento che si prova rientrando nella  realtà di tutti i giorni. Perché nei suoi 290 metri di lunghezza e 36 di larghezza, la nave offre non solo uno spettacolare mezzo di trasporto per visitare le meraviglie del Mediterraneo, dalla Grecia alla Turchia, ma un vero mondo a parte, fatto di relax e divertimento per tutte le età, a ogni ora del giorno. Se è vero che una settimana è forse poca per scoprire tutte le meraviglie nascoste nelle terre di antiche civiltà, come Istanbul o Olimpia, è vero anche che la crociera trova il suo senso nel viaggio stesso, nella vita di bordo, nelle splendide albe che solo il mare aperto sa regalare.
 

Costa Serena salpa tutte le domeniche dal porto di Venezia, per attraccare, il giorno dopo, al porto di Bari. Impossibile non iniziare il viaggio lungo il mediterraneo senza immergersi nei vicoli assolati di Bari vecchia, che testimoniano le civiltà che si sono alternate alla guida della città: dai romani ai bizantini, fino all’arrivo dei normanni e degli Svevi. Proprio a due passi dalla costa, infatti, si erge la basilica di San Nicola (1087 - 1197), unica chiesa cattolica italiana in cui si possono celebrare riti ortodossi. La chiesa era stata costruita per contenere il corpo del santo che 62 marinai avevano trafugato da Mira, in Licia, e va considerata uno dei prototipi della chiese romaniche pugliesi. Svettano poi la cattedrale di Bari, del XI secolo, e il castello restaurato dagli svevi.
 

Il terzo giorno di navigazione è dedicato a Katakolon, porto piccolo e recente, a 40 chilometri dalla leggendaria Olimpia, che insieme ad Atene è il luogo di culto mitologico più importante della Grecia. Qui infatti nacquero i giochi olimpici, che secondo la tradizione ellenistica, sarebbero stati organizzati in onore di Penelope. Inizialmente i giochi duravano solo un giorno, includendo discipline legate per lo più alla corsa. Poi, le olimpiadi iniziarono a essere celebrate ogni 4 anni al solstizio d’estate, seguendo un cerimoniale ferreo, fino al 393 dC, quando vennero interrotte. La scoperta di Olimpia risale al 1776, ma gli scavi più importanti (il tempio di Zeus e lo stadio, dove sono ancora visibili le linee di partenza e di arrivo delle gare di corsa) sono più recenti. Terza tappa è Izmir, Smirne in turco, la seconda città della Turchia. Città avanzata dal punto di vista economico e industriale offre un’immagine molto moderna e lontana dall’atmosfera d’Oriente di Istanbul. Tappa obbligatoria per gli amanti dello shopping il coloratissimo bazar in cui si possono trovare costumi tradizionali, silografie, tappeti, armi e prodotti locali. La quarta giornata è dedicata a Istanbul: una città che conta oltre 3mila anni di dominio su tre imperi, da quello romano a quello bizantino a quello turco, e che collega al suo interno due continenti, l’Asia e l’Europa, che non può non regalare perle rare di architettura, storia, cultura. Tappe obbligatorie sono la Moschea blù, la basilica di Santa Sofia, il palazzo Topkapi e la cisterna. Santa Sofia, realizzata da Costantino e consacrata nel 360 d.C, durante la quarta crociata passò sotto i dominio dei musulmani, che la saccheggiarono rovinando i mosaici al suo interno. Oggi è diventata un museo.
 

La Moschea blu, invece, fu costruita da Ahmed I in soli 40 anni, nel 1609. Si chiama moschea blu perché il turchese è il colore dominante nel tempio: pareti, colonne e archi sono ricoperti da maioliche di Iznik (l'antica Nicea). Il Topkapi è l’antico palazzo imperiale bizantino unito a quello del sultano: imponenti i tesori custoditi al suo interno, così come le ricchezze contenute negli adiacenti musei archeologici. Luogo di grande fascino è anche la cisterna - Basilica, con i suoi archi romani che spuntano dall’acqua. Ultima tappa è il porto suggestivo della costa dalmata, Dubrovnik. Tra isole, insenature e baie pittoresche offre una delle panoramiche più romantiche della costiera adriatica. Circondata da mura, che riportano al suo passato di guerra, è ora votata al turismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii - Best moments live

MUSICA

Avicii, best moments live: i concerti più belli del dj svedese Video

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

serie tv

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

Star Smallville incriminata per traffico sessuale

televisione

Star di "Smallville" incriminata per traffico sessuale

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

Calcio

Parma, tre punti costosi

Intervista

Mara Redeghieri: «Recidiva e resistente in piazza Garibaldi»

SALSO

Ex Tommasini, pronte cucine e laboratori per l'alberghiero

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

METEO

Caldo anomalo, 30 gradi in città

2-1 al Carpi

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

"Vittoria incerottata e sofferta: 3 punti findamentali", Videocommento di Grossi - Barillà: "Vitoria dedicata a Lucarelli e Munari" Video

5commenti

serie b

D'Aversa: "Restiamo con i piedi per terra" Video

scomparso

San Secondo, da 24 ore non si hanno notizie di Claudio. Chi l'ha visto?

polizia

Il market dello spaccio? Installato nel greto della Parma. Cinque in manette Video

In tutto 13 arresti e oltre 65 chili di droga sequestrati

9commenti

Ospreys 37-14

Le Zebre chiudono (in casa) con una vittoria

incidente

Mezzano superiore, finisce con l'auto nel fossato: ferito un 65enne

felino

Parcheggiava con un permesso disabili falso intestato a un morto

4commenti

gazzareporter

Bici "parcheggiata" in via Marchesi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Intese difficili. La prossima settimana è decisiva

di Domenico Cacopardo

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

India

Scatta la pena di morte per chi stupra le bambine

La Spezia

Rifacimento di piazza Verdi: due arresti per tangenti

SPORT

MotoGp

Marquez penalizzato: da primo a quarto in griglia

GAZZAFUN

Parma-Carpi 2-1: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

Gran Bretagna

Star e colpi di cannone per il compleanno di Elisabetta

MOTORI

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover