13°

20°

la gita della settimana

Primavera nella riserva di caccia dei Gonzaga

Marmirolo. Storia e natura a Bosco Fontana
Ricevi gratis le news
0

Una domenica di primavera, in campagna. Nell'area naturale protetta di più di 230 ettari, meglio conosciuta come Bosco Fontana, nel comune di Marmirolo, a pochi chilometri da Mantova. Per chi arriva dalla città dei Gonzaga, troverà un segnale turistico che indica questa riserva, di grande interesse storico e naturalistico. Un polmone verde che, nei secoli, è diventato la meta per chi ama la vita all'aria aperta. Un vero e proprio «santuario», in mezzo alla pianura padana, a pochi chilometri dal traffico caotico di Mantova. Quando varchi il cancello, ti sembra di entrare in un altro mondo. Addirittura, in un'altra epoca. Come, in un «viaggio indietro nel tempo», quando Bosco Fontana era la riserva di caccia della famiglia dei Gonzaga, signori di Mantova

I primi cenni storici che citano Bosco Fontana risalgono al Trecento. Tra il XII e il XIII secolo i Gonzaga, futuri signori di Mantova, diventano proprietari di una vasta tenuta tra il Mincio, Goito e Marmirolo, che all'epoca era ricoperta da una fitta foresta e ricca di selvaggina: decidono di trasformarla in una grande riserva di caccia. Quasi al centro del bosco si trova una palazzina seicentesca, dalle sembianze di un castello, opera di Giuseppe Dattaro, fatta costruire da Vincenzo I Gonzaga, duca di Mantova, che la utilizzò come «casa di caccia». A Bosco Fontana si tenevano battute di caccia e feste per le teste coronate d'Europa e personaggi illustri: vi avrebbero partecipato anche l'imperatore Carlo V, i delegati dell'imperatore giapponese e l'imperatrice Margherita d'Austria. Pare, addirittura, che il «capanno di caccia», come lo chiamavano i Gonzaga, venga citato persino da Torquato Tasso nella «Gerusalemme liberata». Va ricordato, infine, che la palazzina seicentesca dal 1921 è stata dichiarata monumento nazionale.
DA FORESTA A RISERVA
Ai Gonzaga si deve l'iniziativa primaria di quei vincoli protezionistici che hanno portato fino ai giorni nostri, attraverso mille vicissitudini accadute nei secoli, questo intatto angolo naturale della pianura. Bosco Fontana, va puntualizzato, è composto da una mescolanza di latifoglie che, nella notte dei tempi, hanno sempre occupato queste zone. E' stato sempre sfruttato per la produzione di legname ma la presenza di querco-carpineti è ancora massiccia. Accanto alle piante di alto fusto, nel parco il visitatore può trovare alcune radure aperte e ricche di fiori. Un discorso a parte va fatto per la fauna: questo polmone verde, nel cuore della pianura padana, è uno degli ultimi rifugi per numerose specie animali. Dagli studi, effettuati da esperti, è emerso che ci sono più di cento specie di uccelli, tra cui il nibbio bruno - un rapace che predilige la vicinanza dei corsi d'acqua, dove cattura i pesci di cui si nutre -, il picchio rosso maggiore e il torcicollo. Senza dimenticare ventiquattro mammiferi, nove rettili, otto anfibi e ben oltre duemila specie di invertebrati. A Bosco Fontana si continua a lavorare per riequilibrare l’habitat, nell’ambito del progetto europeo «Life Natura», per ripristinare le condizioni ideali perché uccelli, insetti e piccoli mammiferi ritrovino un ambiente protetto per riprodursi, eliminando la presenza di alberi esotici estranee al bosco di pianura o sradicandoli, per ridar vita al ciclo di vita agli alberi.
PERDERSI TRA I SENTIERI
Chi arriva a Bosco Fontana, soprattutto nella bella stagione, in primavera o in estate, senza però dimenticare il fascino dell'inverno o i colori caldi dell'autunno, potrà quindi perdersi nei sentieri che si inoltrano tra il fitto della vegetazione: una rete di piccoli passaggi che, inevitabilmente, convergono verso il centro, a quel «capanno di caccia» dei Gonzaga, che rappresenta il fiore all'occhio di questa riserva naturale.
Info utili La riserva naturale è divisa nettamente in due parti, una parte riserva integrale chiusa al pubblico e una parte visitabile. Orari: fino al 31 ottobre, dalle 9 alle 19.

MANGIARE&BERE

TRATTORIA TIPICA CON PIATTI TRADIZIONALI
Locale carino e accogliente, il menu offre piatti molto tradizionali con tantissima carne e una buona carta dei vini. C'è la possibilità di mangiare anche la pizza.
TRATTORIA CON PIZZA DAL MORO
Via Bacchelli, 26 - Marengo
tel. 0376.466213

IN TAVOLA PIATTI SEMPLICI E DI QUALITA'
Agriturismo in stile rustico-moderno, con un tocco d'arte. E' adatto per famiglie con bambini. Proposte culinarie con prodotti semplici e di buona qualità. Personale giovane e cordiale.
AGRITURISMO CORTE BARCO
Strada Mantova, 21 - Marmirolo
Tel. 339.2226468

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le Follie, via Paradigna: la serata Hot Friday - Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

Le Follie, via Paradigna: la serata Hot Friday Ecco chi c'era: foto

Vigili del fuoco australiani, un altro anno sexy. Per beneficenza Foto

calendario

Vigili del fuoco australiani, un altro anno sexy. Per beneficenza Foto

Al via Diletta Gol, primo show originale di Dazn

Diletta Leotta

TELEVISIONE

Al via Diletta Gol, primo show originale di Dazn

Notiziepiùlette

Ultime notizie

KATE FINN, la donna morta nel cercare il cibo perfetto

VELLUTO ROSSO

Teatro Due: Kate Finn, la donna morta nel cercare il cibo perfetto Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Smog: blocco del traffico dopo 3 giorni di "sforamento". Incentivi per le rottamazioni

Regione Emilia-Romagna

Smog: blocco del traffico dopo 3 giorni di "sforamento". Incentivi per le rottamazioni

Ecco le novità nella "manovra antismog" della Regione. Il blocco definitivo dei diesel Euro 4 è previsto dal 1° ottobre 2020

5commenti

FATTO DEL GIORNO

Più che raddoppiati i morti sulle strade: spicca fra le cause di incidenti l'uso del cellulare alla guida

polizia

Quattro rapine e altrettanti scippi ad anziane, arrestati in tre Video

IL CASO

Iren ridà la luce alla Corale Verdi: c'era stato un errore

10commenti

CARABINIERI

Vola con l'auto nel Baganza: denunciato 24enne, guida sotto l'effetto di droga

A Borgotaro un giovane è stato fermato mentre guidava ubriaco

ALLARME DROGA

Aumentati del 20% i parmigiani che chiedono di essere curati

Lutto

San Leonardo piange Nazaria Vecchi, medico di base del quartiere

3commenti

12 tg parma

La "mini-Leopolda" di Matteo Renzi sarà a Salsomaggiore il 9 e 10 novembre Video

classifica

Le città italiane più smart: Milano sempre in testa, Parma è ottava

COLDIRETTI

L'invasione delle cimici asiatiche: danni fino al 40% per la frutta in Emilia-Romagna

La Coldiretti regionale: "Il caldo anomalo favorisce moltiplicazione di insetti"

meteo

Da domani e nel weekend più sole e temperature miti

Clima mite in Val Padana e nelle regioni centrali tirreniche

CALESTANO

Addio alla madre della Mariella di Fragno

turismo

Capitale della Cultura 2020: in arrivo 3 milioni dalla Regione

1commento

Gazzareporter

In canotto nel laghetto del Parco Ducale

il caso

"Dati falsificati o inventati": Harvard chiede il ritiro di 31 studi del parmigiano Anversa

1commento

LA BACHECA

45 nuove offerte di lavoro

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Aspettavamo meno tasse, è arrivato un condono

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

Trattoria Mussi, semplicemente la buona cucina di montagna

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Orrore in Mississippi: nonna brucia la nipote di 20 mesi nel forno

ROMA

Vendola colpito da un infarto: non è in pericolo di vita

SPORT

CALCIO PARMA

Un Inglese da Nazionale

sport

Conosciamo Alessandro Magnani, un parmigiano ai Mondiali juniores di judo Video

1commento

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

MILANO

Sfida fra 18 chef nel World Pasta Day di Barilla

MOTORI

ANTEPRIMA

X7, il Suv di lusso di Bmw Fotogallery

RESTYLING

Nissan rinnova il Qashqai. Ecco il 1.3 benzina