-4°

12°

lago maggiore

Verbania: magia del foliage tra isole e giardini

Una meta suggestiva per ammirare i colori d'autunno. E dopo un viaggio tra i quadri si scollina con il treno

Verbania: magia del foliage tra  isole e giardini
Ricevi gratis le news
0

Come l’estate accenna a finire si inizia sempre a parlare di foliage. E il pensiero di tutti corre ai luoghi mito dell’autunno declinato in mille colori: il Maine, il Canada. Tutto vero, per carità, la natura in quei posti lontani regala emozioni uniche. Ma non si può sempre partire per un giro del mondo in una manciata di ore e questa pagina è dedicata alla «gita». Ecco perché guardiamo più vicino: e pensiamo ad un foliage più nostrano. Ovvero guardiamo verso nord, verso il lago Maggiore, una meta assolutamente celebre e splendida. A cui vale la pena di dedicare un giorno (o meglio due) tra bellezze d’arte, palazzi, scorci nel verde e, appunto, natura che regala il racconto a colori del mutar delle stagioni. La nostra proposta parte da Verbania, quella che con uno slogan furbetto ma in fondo onesto viene chiamato il «giardino sul lago». Si trova nel golfo Borromeo e si fa vanto di una distesa di giardini e parchi che la rendono una meta ideale per chi cerca una vacanza rilassante con, come sfondo, un paesaggio di bellezza e armonia. Prima di iniziare a guardarci intorno però diamo una occhiata all’indietro. Questa località, in realtà, non è una sola ma parecchie: già, perché Verbania è il capoluogo della provincia del Verbano-Cusio-Ossola, istituita nel 1992 e a sua volta è nata dalla fusione nel 1939 di Intra, Pallanza e altre piccole località. Fusione recente, abbiamo detto: ma la storia è antica. La collinetta dove si trova oggi la basilica di San Vittore era già stata scelta dai soliti Romani e non a caso sottoterra ci sono le tracce di case e strutture di quando nell'Urbe governavano i Cesari.

QUELLI DEL GRAND TOUR
Ora gli imperatori non ci sono più ma, in compenso, si passeggia in un bel centro storico piacevolmente circondato da eleganti edifici. L’anello tra le pedonali piazza Ranzoni, via San Fabiano, via San Vittore e corso Garibaldi costituisce il cuore dello shopping e del passeggio intrese, con caffè, ristoranti e negozi a profusione. E non è un caso se i palazzi qui sono tanti: nell'Ottocento il Lago Maggiore è stato scoperto da viaggiatori amanti delle arti e delle lettere le cui descrizioni della zona hanno contribuito a renderla una delle destinazioni preferite delle classi europee nobili e colte. Il lago, con le Isole Borromee, è diventato allora un must nei grand tour e in tanti accorsero per abitare su queste rive allora decisamente d’elite. Un tempo i nobili viaggiavano con i loro battelli privati, oggi il servizio pubblico di imbarcazioni ci permette di andare a goderci il mutare del colore delle foglie tra i palazzi e i giardini delle rive e delle isole.

LE ISOLE DEI NOBILI
Seguendo l'esempio della famiglia Borromeo, i membri dell’aristocrazia inglese e la ricca borghesia lombarda costruirono la ricca collezione di residenze estive che avrebbero avuto un profondo impatto sul paesaggio e ancora oggi adornano le rive del lago. Alcuni degli splendidi giardini di queste ville sono aperti ai visitatori. A Verbania, per esempio, i giardini botanici di Villa Taranto si estendono su una superficie di sedici ettari con oltre 20.000 specie di piante provenienti da tutto il mondo. Villa San Remigio, vicino a Villa Taranto, è circondato da un parco di otto ettari, un meraviglioso esempio di un giardino eclettico. Il giardino di Villa Giulia, direttamente sulla riva del lago, è poi un parco pubblico. Questo straordinario interesse per il paesaggio si riflette non solo nei molti parchi e giardini della zona, ma anche nel Museo del Paesaggio (fondato nel 1909 e riaperto di recente) che offre al pubblico collezioni di pittura, scultura, archeologia e religiosità popolare ma anche una ricerca speciale sull’ambiente come scrisse il fondatore che teorizzò: «Non serve lodare il paesaggio, ma capirlo». Ecco, allora, il punto di partenza per andare a scoprire il foliage e la sua naturale tavolozza. Non prima però di avere visitato una mostra (aperta fino al primo ottobre- Da martedì a venerdì 11 – 18. Sabato e domenica 10-19) ospitata nelle sale di Palazzo Viani, uno storico edificio nobiliare settecentesco completamente rinnovato. Si tratta della esposizione dedicata a «I volti e il cuore, La figura femminile da Ranzoni a Sironi e Martini» che in ottanta opere, scelte tra quelle del Museo del Paesaggio, integrate con opere di Mario Sironi, racconta il ruolo e la presenza della donna nella pittura e nella scultura dalla fine dell’Ottocento alla prima metà del Novecento. Il percorso parte da un maestro della Scapigliatura, come Daniele Ranzoni, per proporre opere diverse, influenzate da stili lontani con capolavori di Ambrogio Alciati, Mario Tozzi, Achille Tuminetti per arrivare a Sironi e Arturo Martini. Un percorso ricco insomma, tra ritratti di donne e rappresentazione del paesaggio. Che è quello per cui siamo venuti sino a qui.

IL TRENO TRA I BOSCHI
Per farlo proviamo un mezzo diverso, ecologicamente pulito e molto comodo: il treno. Per la precisione il consiglio è quello di sperimentare quello che è stato proprio definito il treno del foliage, ovvero la linea della ferrovia alpina Vigezzina-Centovalli (www.vigezzinacentovalli.com),che collega la piemontese Domodossola alla svizzera Locarno, sul lago Maggiore. Da settembre a novembre il viaggio in treno, che può iniziare liberamente da Domodossola o da Locarno o anche dalle stazioni intermedie, offre emozionanti avventure tra i boschi, i pascoli e i vigneti di Merlot del Piemonte e tra i pianori, le gole e le montagne del Canton Ticino. Soprattutto in autunno la Valle Vigezzo, conosciuta come Valle dei pittori, e la Centovalli, in Canton Ticino, regalano scorci davvero unici e meravigliosi sui boschi illuminati e sui borghi che impreziosiscono il territorio. Per arrivare a intercettare questa linea speciale dal lago un suggerimento è quello di sfruttare il battello: partendo da Verbania con una delle motonavi della Navigazione Laghi si possono ammirare gli scorci dall’acqua salendo verso il confine elvetico passando per le isole di Brissago, Ascona e, infine, Locarno. Da qui, dopo essere sbarcati si sale sul treno che scollina a oltre 800 metri tra paesaggi suggestivi di boschi, torrenti e pascoli. Lungo la sosta si possono fare soste nei paesi (il più bello è Santa Maria Maggiore) prima di iniziare la discesa fino a Domodossola. E allora saprete per certo che per vedere il foliage non occorre andare oltre il mare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giornata di sole sul LungoParma: le foto di Luca Radici a Michelle Maccagni

fotografia

In posa sul LungoParma in una giornata di sole Foto

Il royal baby di Meghan e Harry in arrivo ad aprile

inghilterra

Il royal baby di Meghan e Harry in arrivo ad aprile

Alseno: festa al Colle San Giuseppe. Ecco chi c'era: foto

feste pgn

Alseno: festa al Colle San Giuseppe Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Tai Rosso» di Portinari, sorso elegante e raffinato

IL VINO

Il «Tai Rosso» di Portinari, sorso elegante e raffinato

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Aeroporto di Parma: infrastruttura decisiva per il territorio

12 tg parma

Aeroporto Verdi, si va verso accordo con Bologna per il rilancio e nuovi voli Video

pablo

Polizia allertata dai consiglieri di quartiere: e i pusher scappano abbandonando le dosi

TEP

Dal fine settimana 9 nuovi bus sulle strade di Parma. Novità sul fronte filobus

IL CASO

Pur di mettere nei guai l'amante della moglie, si autodenuncia e viene condannato

Triste record

41enne parmigiana arrestata tre volte in dieci giorni

incendio

Fienile con 800 balloni divorato dalle fiamme a Medesano: dopo oltre 20 ore, l'intervento continua Video

CULTURA

Parma ha ricordato Arturo Toscanini a 62 anni dalla morte Foto

carabinieri

Mezzi da lavoro spariti a Parma e Collecchio: ritrovati in zona Ceno Foto

nas

Un lavoratore in nero: multato un bar, sequestrati 11 chili di alimentari  Foto

MARZOLARA

Partita con rissa: indagini in corso. Daspo in arrivo?

elementari

La consigliera del ministro: «La scuola di Noceto un modello per tutta Italia»

LA SCELTA

Sarà il parmigiano Danilo Coppe a demolire il ponte Morandi

INTERVISTA

Saimir Pirgu: «Orgoglioso del debutto con Verdi al Teatro Regio»

Aziende

A Parma corre la green economy, agroalimentare in testa

Scuola

Perché scegliere un liceo quadriennale? Le quattro proposte a Parma

FIDENZA

Tagliano le etichette per rubare i vestiti: 4 ragazzi nei guai

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

May, sconfitta devastante. Ma non c'è alternativa

di Paolo Ferrandi

EDITORIALE

Mamme e papà state a casa che è meglio

di Francesco Monaco

1commento

ITALIA/MONDO

milano

Durante i restauri alla casa trovano un cadavere murato

immigrati

Migrante respinto si lancia dall'aereo e manda in tilt Malpensa. Rintracciato nella notte

SPORT

12 tg parma

Il mercato del Parma: El Kaddouri sempre più vicino, Di Gaudio verso il Verona Video

basilea

Lo spettacolo (di coppa del mondo) dell'equitazione Video

SOCIETA'

Mondo

Corsa contro il tempo per l'Alfredino di Spagna

fotografia

Torrechiara visto dall'alto di... un drone: foto e video di Giovanni Garani

MOTORI

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross

ANTEPRIMA

La nuova Mazda3 sarà anche Mild Hybrid