19°

32°

VIAGGI

A Siviglia storia e flamenco

Nella capitale dell'Andalusia si respira il profumo del passato. Ma anche il calore della vera Spagna

A Siviglia  storia e flamenco
Ricevi gratis le news
0

Non c’è dubbio, il 2018 sarà l’anno di Siviglia. La celebre guida Lonely Planet l’ha scelta come la migliore città al mondo da visitare nel 2018, in particolar modo considerando la trasformazione della città negli ultimi dieci anni (per la valorizzazione del suo patrimonio artistico, pedonalizzazione del centro storico che l'ha resa una città a misura di pedone, che si viaggia in tram e biciclette), la celebrazione della 31ª edizione degli EFA – European Film Awards (la città è stata set cinematografico del fenomeno «Il Trono di Spade», la serie tv più vista di sempre) e il ricco programma di attività per il 400º anniversario della nascita del pittore Murillo.

UN CATALOGO DI FASCINO
Ecco perché, se si vuole pensare ad una meta perfetta per un weekend nella prossima primavera, la destinazione giusta potrebbe proprio essere questa. Magari facendo della mostra del pittore barocco lo snodo della visita della città. Prima però due parole sulla capitale dell'Andalusia sono doverose anche perché i motivi di fascinazione sono tanti: questa è la patria del flamenco, qui si celebra la famosa «Feria di Aprile» - se volete capire cosa significhi fare festa per davvero è qui che dovete venire - e tra questi palazzi è ambientata la vicenda mitica di Don Giovanni, il seduttore per eccellenza.
Vi sembra molto? Lo è ma non è tutto. Perché Siviglia vi lascerà a bocca aperta anche solo con una passeggiata per le sue strade e le sue piazze che rappresentano un ideale catalogo di palazzi barocchi e bellezze stratificate nei secoli. Che la rendono unica.
C'è una cattedrale progettata da quello che non suona irriguardoso definire «un visionario», una piazza, nominata de España, creata per l'esposizione mondiale nel 1929 che è uno stravagante tripudio di fontane e piastrelle colorate e, su tutto, il Real Alcázar, il palazzo patrimonio dell'Unesco, che pietra dopo pietra porta i segni del passaggio di tutti: dai romani ai Mori sino ai re cattolici.
E camminando oggi per i suoi giardini pare impossibile che qui ci fosse un harem con ottocento favorite e che il famigerato re al-Mu'tadid degli Abbadidi, decorasse le terrazze con i fiori piantati nei teschi dei suoi nemici decapitati.

LA MERAVIGLIA DELL'ALCAZAR
Ecco, per provare a capire questa città occorre partire da qui, da questo palazzo che con le sue mille stratificazioni rappresenta il susseguirsi dei secoli in questa città che, lo abbiamo detto, ha ospitato tante scene del «Trono di spade».
Ma forse neppure gli sceneggiatori di Hollywood avrebbero osato immaginare una trama simile a quella che hanno vissuto -ed è storia, non finzione - i sivigliani che forse anche per questo sono calorosi e romantici, esuberanti e passionali. E che nei giorni della Settimana Santa, quando le strade sono invase dal passo ritmato degli incappucciati e dal profumo della cera delle candele, svelano fino in fondo la propria anima.
Ma anche qui non fraintendete: Siviglia è una città con una propria spiritualità forte, molto spagnola. Non è però una città bigotta anche se le chiese paiono onnipresenti e dai profili imponenti. Perché poi bastano pochi passi ad ovest della cattedrale, lungo il fiume, per arrivare all'Arenal, il quartiere dove si trova la Plaza de toros de la Real Maestranza, il tempio laico della tauromachia - e da queste parti fin dal 1700 gli uomini vestiti di luce che affrontano il toro sotto i raggi del sole che tramonta godono di un grande rispetto - o per sbarcare in calle Sierpes dove il rito è quello dello shopping e della contemporanea devozione al commercio.

IL QUARTIERE GITANO
Volete scoprire di più? Allora non vi resta che attraversare il Guadalquivir sul Ponte Triana e curiosare tra le antiche vie, i cortili, le chiese, i locali e i negozi di ceramica del quartiere che un tempo era il cuore della comunità gitana di Siviglia, luogo natale di molti musicisti e ballerini di flamenco, audaci matador e artisti dall'estro inesauribile. Ai piedi del ponte troverete subito il mercato di Triana, che con i suoi 150 anni è ancora molto frequentato da chi è alla ricerca dei migliori prodotti locali e delle specialità gastronomiche più prelibate, mentre nelle vicinanze si trova Plaza del Altozano, dove spicca la statua della famosa cantante di flamenco Pastora Pavón.

L'«OMBRELLO» DEI RECORD
Ma siamo a Siviglia, qui il tempo si mescola. E ieri e oggi sono due volti di uno stesso presente. Lo scoprirete arrivando a plaza de la Encarnacion dove è stata costruita la futuristica struttura del Metropol Parasol, l'ombrello. E' la più grande struttura in legno del mondo, un punto ultra panoramico e la prova che questa città guarda lontano. Dall'alto dei suoi settanta metri di altezza si vede sino all'orizzonte ma soprattutto ci si guarda a pari livello con chi sale sulla Torre del Oro o sul punto più alto della Giralda.
La prima era una torre di avvistamento moresca del XIII secolo e segnava il limite delle difese di Siviglia lungo le sponde del fiume Guadalquivir. La seconda era il minareto di una moschea che sorgeva dove oggi c'è la Cattedrale di Siviglia, ideale gemello di quelli che stanno a Rabat e Marrakech.
Oggi, queste tre, sono le vette più alte dello skyline di questa capitale che ama vivere e fare tardi nei locali di tapas, che impazzisce sugli spalti dello stadio La Cartuja e che ha trasformato le stanze della vecchia fabbrica di tabacco in una sede universitaria.
Sembra buffo ma si fa lezione sotto i dipinti delle donne che arrotolano foglie di tabacco. Tra di loro ce n'è una più famosa delle altre: secondo il racconto si chiamava Carmen ed era innamorata di Escamillo. Inutile dirlo: è una storia di amore e morte e il finale è tragico. Ma d'altra parte siamo a Siviglia e ci sta. Anche se, camminando nelle strade tortuose e belle del Barrio de Santa Cruz, tra case bianche e basse e cortili fioriti di petali e piastrelle azzurre pare che qui si possa solo amare e gioire. E cantando sottovoce il «Toreador» della Carmen mettersi a cercare un locale dove dedicarsi al fondamentale rito delle tapas. Per scoprire quanti saporti diversi abbia Siviglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Molestie: Asia Argento ha risarcito accusatore. E ora Sky la vuole fuori da X Factor

Spettacolo

Molestie: Asia Argento ha risarcito accusatore. E ora Sky la vuole fuori da X Factor

2commenti

Flop al botteghino per Kevin Spacey

Spettacolo

Flop al botteghino per Kevin Spacey

1commento

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Far ricrescere i capelli si può, nuova tecnica tutta italiana

Foto d'archivio

SALUTE

Far ricrescere i capelli si può: nuova tecnica tutta italiana

Lealtrenotizie

Arrestato l'autore della rapina violenta in borgo XX Marzo: tradito da impronta digitale

carabinieri

Arrestato l'autore della rapina violenta in borgo XX Marzo: tradito da impronta digitale Video

Via Casa Bianca

In strada sanguinante: «Pestata dal patrigno»

roccabianca

Incornato da un toro: grave un agricoltore

terremoto

Doppia scossa nel Reggiano, la più forte di 3.9: anche Parma trema. I lettori: "Svegliati da un boato"

4commenti

fidenza

Schianto tra auto e furgone in A1: tre feriti, una 34enne in Rianimazione Video

Il dramma di Martorano

Anche Lesignano ricorda di Elisa Baldi

IL RICORDO DELLA FOCHI

Le sue miss: «Mirka? Era la guerriera della bellezza»

Palazzo Ducale

Scoperto un ciclo di affreschi

FIDENZA

Prende la compagna per il collo: arrestato un 25enne

polizia

Biciclette ritrovate: di chi sono? Foto

BUSSETO

Caffarra, addio a una colonna del volontariato

Strada Cairoli

La rastrelliera? Self service per i ladri di bici

1commento

BARDI

La Pala del Parmigianino è tornata a «casa»

12 tg parma

E' morta Mirka Fochi. Per oltre trent'anni la signora delle Miss a Parma Video

Sorbolo

Il Tir si incastra nel viadotto e il sindaco Cesari s'arrabbia

1commento

Il ritratto

Elisa, sorriso contagioso e amore per la vita

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Basta bufale. Pretendiamo la verità. A tutti i costi

di Filiberto Molossi

2commenti

EDITORIALE

La colonna sonora della strage di Genova

di Michele Brambilla

1commento

ITALIA/MONDO

cosenza

Travolti dalla piena, il soccorritore: "Non scorderò mai la mano della bimba salvata"

frosinone

Pensionato spara e uccide i due figli, poi si suicida

SPORT

Pallavolo

Il parmigiano Carlo Magri si è dimesso dalla giunta del Coni

Serie a

Barillà : "Peccato i piccoli errori". Faggiano: "Questa è la A: c'è da soffrire" Video

SOCIETA'

12tgparma

Indice di sportività nelle città italiane: Parma è tredicesima Video

ROMA

Bagno nudi sotto l'Altare della Patria: è caccia ai due turisti

1commento

ESTATE

METEO

Non ci sono più le estati di una volta. Ecco perché

animali

Oltre 50 tartarughine escono dal nido tra i teli dei bagnanti all'isola d'Elba