16°

VIAGGI

Marocco: tra le mura e i sapori dell'antica Mogador

Marocco: tra le mura e i sapori dell'antica Mogador
Ricevi gratis le news
0

Luminosa e ventilata Essaouira, sulla costa atlantica del Marocco, è un’incantevole alternativa alla frenetica e perenne agitazione di Marrakech. Il nome della città significa «ben disegnata» in arabo, ed è il luogo dei sogni di un pittore, con una piacevole medina dipinta nei colori e nelle sfumature del blu e del bianco, imponenti mura da favola color sabbia e arcigne porte di pietra che ne proteggono l’accesso. Oltre il porto colorato si arruffano le onde dell’oceano che poi si frangono su una spiaggia lunga chilometri. E a questo punto la tela delle cose da vedere a Essaouira è davvero completa.

La prima cosa che viene in mente passando in rassegna le cose da vedere a Essaouira è che questa città assolutamente marocchina ha qualcosa di speciale. Come se fosse uno strana miscela di Africa e Mediterraneo. E non è un pensiero sbagliato: qui il vento profuma di spezie e la luce è di certo africana ma un sentore rimane dei tanti, francesi e portoghesi e, ancor prima romani, che qui hanno vissuto, commerciato, pescato e fatto affari.

TRECENTO GIORNI DI SOLE

Se ci si aggiunge il fatto che qui il sole splende più o meno 300 giorni all’anno e le temperature sono quasi sempre piacevoli si capisce perché da anni è stata scelta come una destinazione per le vacanze di tanti. E sebbene non abbia particolari attrazioni culturali e artistiche, se non se stessa, è infatti il posto perfetto per qualche giorno di relax. Prima di tornare a tuffarsi in quel caleidoscopio di suoni e emozioni che è il Marocco.

Abbiamo parlato di una lunga storia. Fondata dai cartaginesi fu in seguito occupata dai portoghesi che ne diedero la prima forma battezzandola Mogador anche se l’attuale struttura – che le ha regalato anche il riconoscimento di patrimonio dell’Unesco, deve dire grazie ad una mano francese. Fu infatti il re del Portogallo Manuel I che volle trasformarla in una fortezza nel 1506 che col tempo cambio e si sviluppò quando nel 1770, il sultano Muhammad III decise di fare di Essaouira una base navale fortificata.

LE MURA DEL SULTANO

Per realizzare il suo sogno convocò l’architetto militare francese Theodore Cornut che la cinse di mura poderose. Che sono ancora ai primi posti delle cose da vedere a Essaouira, il posto dove la medina incontra l’Oceano Atlantico. Che sia un luogo unico lo dimostrano molte cose: tra queste che qui nel 1952 Orson Welles venne a girare il suo Otello e di recente queste pietre sono state scelte per ambientare il Trono di Spade.

Nel XIX secolo, Essaouira era il porto più grande del Marocco. Era conosciuto come il «Porto di Timbouctu» poiché merci come l’oro e le spezie venivano portate dalle carovane dell’Africa subsahariana per essere spedite da qui in Europa e nelle Americhe. Oggi quel ruolo si è perso perché il porto risulta inadeguato alle moderne enormi navi da carico ma la vita ferve ancora. Ed è bello guardare i pescatori riparare le reti e i costruttori al lavoro sulle tradizionali barche da pesca in legno blu che vengono ancora utilizzate oggi.

Non ci sono grandi monumenti da vedere a Essaouira: ma è bello passeggiare. Una volta nella medina troverete una infilata di case bianche e blu con bambini che corrono, bancarelle colorate, piazzetta, gente e tanta vita. In fondo alla zona protetta dai bastioni si arriva al mare dove potrai goderti il tramonto sull’Atlantico, sentire le onde che si infrangono sulle pareti e scattare foto straordinarie. Se le medine di Marrakech o di Fes ti hanno travolto, qui ad Essaouira godrai un’esperienza di shopping più rilassata (ma non sperare di trovare prezzi migliori). Poi fate come la gente del posto che ama passeggiare lungo i bastioni mentre il sole tramonta. Un altro luogo da non perdere è il porto che si raggiunge attraverso la Skala du Port, che è la porta d’ingresso al porto di pesca. Qui si viene per vedere i pescatori indaffarati ma anche per mangiare: si può scegliere il pesce sulle bancarelle e mangiarlo cotto nei piccoli locali sulla strada. Non aspettatevi il lusso: ma è davvero freschissimo. E gli avanzi saranno il pasto di gatti e gabbiani che attendono poco lontano.

LA WOODSTOCK DEL MAROCCO
Anche la musica ha un ruolo importante nella vita di Essaouira. A partire dagli anni ’60 qui si ritrovarono musicisti famosissimi a partire da Jimi Hendrix tanto che inizi ad essere chiamata la Woodstock del Marocco. Ma non solo il chitarrista di Purple Haze: da qui passarono anche Cat Stevens, Frank Zappa, i Rolling Stones, Robert Plant e Sting e ora ne arrivano sempre di più perché a giugno si svolge il Gnaoua World Music Festival, un evento di tre giorni, che attira anche 400mila spettatori, dedicato in origine ad una musica nata dalla tradizione degli schiavi dell’Africa nera – in particolare di Sudan, Mali e Guinea – e ora allargato alla cultura dell’Africa sub-sahariana.

CON IL BUS DA MARRAKECH
La maggior parte delle persone arriva a Essaouira in autobus poiché non c’è una stazione ferroviaria. C’è un autobus giornaliero diretto che va da Casablanca a Essaouira e che impiega circa 6 ore. Gli autobus da Marrakech impiegano circa 2,5 ore. Ci sono anche bus speciali che portano alla stazione di Marrakech in orario per prendere un treno per Casablanca, Rabat o, Fes.

LA SPIAGGIA LUNGA DIECI CHILOMETRI
La spiaggia di Essaouira attira: ma non dimenticate che siete sull’Atlantico e l’acqua è fredda e tira sempre il vento. Insomma, non è certo l’ideale per nuotare ma si può prender e il sole e dedicarsi al windsurf e al kite. La spiaggia è anche perfetta per passeggiare e dal momento che prosegue per dieci km avrete spazio e modo di rilassarvi in tutta pace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Acquolina: quelli che  si incontrano  in via D'Azeglio - Fotogallery

feste pgn

Acquolina: quelli che si incontrano in via D'Azeglio Ecco chi c'era: foto

Belen la "poliziotta", oltre un milione di clic

GOSSIP

Belen in divisa: oltre un milione di clic

La luna e il ponte de Gasperi La "Superluna": foto dei lettori

Gazzareporter

La luna e il ponte de Gasperi La "Superluna": foto dei lettori

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Emmanuelle, e l'Italia scoprì lo scandalo

C'ERA UNA VOLTA

Emmanuelle: e l'Italia scoprì lo scandalo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Addio ad Andrea Soriani, il manutentore della Barilla

Lutto

Addio ad Andrea Soriani, il manutentore della Barilla

EX BORMIOLI

Nuova vita per la vecchia fabbrica

PARMA

"Rise for Wellbeing": 200 volontari al lavoro per aiutare lo Zimbabwe Foto

VIA BURLA

Massacra un compagno detenuto... per una telefonata: condannato

PARMA

Tep: ecco come vengono selezionati gli autisti

Sisma

Scossa di terremoto (magnitudo 3) tra Borgotaro e Valmozzola

COLLECCHIO

E' morto Marco Migliazzi

Sindaci

Election day: tutti gli adempimenti

Ciclismo

Polisportiva Torrile: fucina di talenti

Stagione lirica

Kim, «Figaro» coreano

CONDOMINI

Altri tre amministratori nei guai. Sono spariti più di 400mila euro

Citazione diretta a giudizio per Fausto, Monica e Federica Buia, accusati di appropriazione indebita aggravata

7commenti

PARMA

Botte all'amico e gelosia... alcolica: arrestata 30enne brasiliana Video

PROVINCIA

La popolazione del Parmense supera quota 450mila abitanti: il dato più alto di sempre

Gli abitanti sono 452.015 (+0,48%). Gli stranieri sono il 14,2% del totale

1commento

LUTTO

Il baseball parmigiano piange Ismaele Fochi

Soragna

Truffe, nei guai un finto corriere

12tgparma

Eddi Marcucci a Parma: "Ecco perché ho deciso di combattere in Siria" Video

Morte di Orsetti, parla l'ex No Tav che si è arruolata nelle forze curde

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

WEEKEND

Vinili, spalla cruda e castelli: la top 5 del fine settimana

PGN

Speciale vinili: mandate le foto della vostra collezione  Gallery

ITALIA/MONDO

politica

L'Unione europea rinvia la Brexit: i leader offrono una doppia opzione al governo May

Corea del Sud

Presa la banda delle telecamere spia negli alberghi: 4 arresti

SPORT

SPORT

La rivelazione choc di Frey: "Per un virus ho rischiato di morire". Il Parma gli dedica un post: "Forza Seba!"

SERIE A

Tre sondaggi... in uno per votare "i migliori" del Parma di questa stagione

SOCIETA'

OLANDA

Amsterdam, addio ai tour gratuiti nel distretto a luci rosse - Video

HI-TECH

La prova: Nighthawk x6s, una soluzione per potenziare la rete wifi di casa

MOTORI

ANTEPRIMA

La Porsche Cayenne diventa Coupé Foto

MOTORI

Techroad: Dacia si veste di rosso (e costa solo 3 euro al giorno)