×
×
☰ MENU

nostre iniziative

Il nostro Appennino tutto da scoprire con le mappe tascabili del Cai

Ecco le uscite in edicola

Il nostro Appennino tutto da  scoprire con le mappe del Cai

di Antonio Bertoncini

21 Gennaio 2022,10:08

La cartografia completa e sistematica di tutta la sentieristica dell’Appennino parmense: un sogno a lungo accarezzato dal Cai che diventa finalmente realtà, anche grazie alla collaudata collaborazione con la Gazzetta di Parma, che curerà la diffusione delle mappe. 

Il primo appuntamento in edicola, da segnare in agenda per gli escursionisti amanti del nostro Appennino, è per domani - sabato 22 gennaio - con la prima di sette carte, che usciranno mensilmente da qui a luglio, dedicata all’Alto Appennino Centrale (Val Taro, Val Tarodine, Val Noveglia e Val Pessola) acquistabile a 12 euro più il prezzo del quotidiano.
Il progetto editoriale si compone di sette mappe, stampate in 2500 copie fronte-retro, in scala 1:25.000, che copriranno per la prima volta tutto il territorio interessato da reti sentieristiche, dalla via Emilia fino al crinale, riportandone le caratteristiche morfologiche, i toponimi, la rete viaria principale e secondaria, la rete idrografica, l’edificato, i punti quotati, i punti acqua e ovviamente la rete dei sentieri, oltre ai cammini storici della provincia (Via degli Abati, Via Francigena, Via Longobarda, Via di Linari e Via dei Remi) e ad alcune proposte di percorsi cicloescursionistici per Mtb.


«L’operazione - spiega Piergiorgio Rivara, che ha curato il progetto insieme a Carlo Prosperi - nasce dall’esigenza del Cai di poter disporre di uno strumento proprio da utilizzare in tutte le occasioni e da mettere a disposizione degli escursionisti. Per questo abbiamo puntato sulla qualità: le carte, ripiegate in formato tascabile in busta di plastica, sono stampate su carta sintetica impermeabile, antimacchia e antistrappo. Abbiamo anche colto l’occasione per verificare tutti i percorsi di dubbia transitabilità con l’ausilio dei nostri volontari, eliminando dalla cartografia quelli di fatto non percorribili. Per il Cai si tratta di uno sforzo economico notevole, quantificato fra i trenta e i quarantamila euro, ma contiamo di recuperarli in buona parte grazie alla distribuzione nelle edicole e alla collaborazione dei Comuni interessati».


Già per questa prima carta dedicata all’Alto Appennino, i comuni di Albareto, Bedonia, Borgotaro, Berceto e Varsi hanno acquistato un certo numero di copie, sostenendo l’operazione del Cai. «Con la stampa della cartografia - afferma Roberto Zanzucchi, presidente del Cai di Parma - portiamo a compimento il grande lavoro che è stato fatto per realizzare le mappe digitali. L’edizione a stampa è un ulteriore passo in avanti per fornire agli escursionisti un nuovo supporto realizzato con tecniche d’avanguardia - software, basi cartografiche, materiali speciali - diffondendo, anche tramite il supporto cartaceo, sempre utile e apprezzato da chi va in montagna, l’esperienza e il lavoro che il Cai fa sistematicamente sui sentieri».


La cartina è uno strumento di sicurezza, non tradisce mai, è uno strumento fondamentale per chi va per monti: da qui a luglio sarà disponibile in edicola abbinata alla «Gazzetta» per tutti i percorsi a sud della via Emilia, dal Marmagna al Monte Penna.

LE USCITE
 Prima uscita: domani  Carta n.2 : Alto appennino centrale - Val Taro, Val Tarodine, Val Noveglia, Val Pessola (Comuni interessati: Albareto, Borgo Val di Taro, Berceto, Bardi, Valmozzola, Varsi)

 Sabato 19 febbraio   Carta n.6 : Basso appennino ovest - Val Ceno, Parco dello Stirone, Parco del Taro, Parco Boschi di Carrega (Comuni interessati: Pellegrino Parmense, Medesano, Fornovo, Sala Baganza, Salsomaggiore, Fidenza, Noceto)

 Sabato 19 marzo  Carta n.4 : Appennino ovest - Val Ceno, Val Cenedola, Val Pessola, Val Stirone (Comuni interessati: Bardi, Varsi, Solignano, Fornovo, Bore, Pellegrino Parmense, Varano Melegari)

 Sabato 16 aprile   Carta n.1 : Alto appennino ovest - Alta Val Taro e Alta Val Ceno (Comuni interessati: Tornolo, Albareto, Bedonia, Compiano e Bardi)

 Sabato 14 maggio   Carta n.7: Basso appennino est - Val Taro, Val Parma, Val Baganza, Val d'Enza, Parco del Taro, Parco dei Boschi di Carrega (Comuni interessati: Noceto, Collecchio, Sala Baganza, Felino, Lesignano de' Bagni, Traversetolo, Montechiarugolo, Parma)

 Sabato 11 giugno  Carta n.5 : Appennino est - Val Baganza, Val Parma, Val Termina, Riserva Naturale Monte Prinzera (Comuni interessati: Berceto, Solignano, Terenzo, Calestano, Corniglio, Tizzano Val Parma, Langhirano, Felino, Sala Baganza, Neviano degli Arduini, Lesignano de’ Bagni, Traversetolo)

 Sabato 9 luglio   Carta n.3 : Alto Appennino est - Val Baganza, Val Parma, Val Cedra, Val d'Enza. Parco Nazionale  dell'Appennino Tosco-Emiliano, Parco dei Cento Laghi (Comuni interessati: Berceto, Corniglio, Monchio delle Corti, Palanzano, Tizzano Val Parma, Neviano degli Arduini).


 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI