Sei in Parma

Grondelli jr non risponde ma porta documenti. Un passante lancia sassi e insulti

12 maggio 2017, 13:54

Chiudi
PrevNext
1 di 2

Continua in tribunale la sfilata degli arrestati nell'inchiesta "Pasimafi" sullo scandalo nella sanità. Questa mattina è toccato a Marcello Grondelli, ad della Spindial di Lemignano, assistito dall'avvocato Daniele Carra. Grondelli si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma ha depositato una memoria scritta con delle dichiarazioni spontanee e ha prodotto della documentazione.

"L’ingegner Grondelli ha fermamente respinto tutte le accuse che gli vengono provvisoriamente imputate ed ha fornito documentazione attestante la liceità dei rapporti intrattenuti da Spindial S.p.A. con l’Università degli Studi di Parma e la imponente attività di ricerca clinico – scientifica che la società svolge da decenni, con riconoscimenti nazionali ed internazionali". A dichiararlo è l'avvocato Daniele Carra, difensore di Marcello Grondelli, al termine dell'interrogatorio di garanzia.

All'arrivo di Grondeli un passante lo ha insultato e ha lanciato un sasso.