Sei in Parma

Barilla Center diventa La Galleria

07 marzo 2019, 12:13

Chiudi
PrevNext
1 di 5

Sofisticata ed elegante, proprio come Parma. Il cuore della città ha un nuovo nome: La Galleria.
Una piccola città nella città che a partire da importanti lavori di riqualificazione si rinnova anche nell’offerta, per avvicinarsi sempre più all’audience parmigiana.
La Galleria è il nuovo nome che identifica un luogo di incontro importante per i parmigiani dove beauty, cinema, tecnologia, intrattenimento, servizi e ristorazione a due passi dal centro storico della città. La Galleria arriverà al completamento entro maggio e sarà il punto di riferimento imprescindibile per i parmigiani e i visitatori del centro città che troveranno di volta in volta nuovi negozi e nuovi ristoranti e tanto altro ancora.
Lo dice un comunicato stampa, che prosegue: 
Il nome La Galleria richiama a un luogo unico e aperto dove i nuovi colori, i nuovi materiali, il nuovo verde, ed i nuovi ambienti dedicati alla socialità ridefiniscono un nuovo linguaggio, quello della contemporaneità. Il nuovo logo è minimal ma prezioso. L’ispirazione nasce infatti dalla facciata del Duomo di Parma in stile romanico che viene ripresa anche in uno degli edifici più amati e conosciuti di Parma, vicino a La Galleria: L’Auditorium Paganini progettato dall’Architetto Renzo Piano. Il logo de La Galleria è quindi un omaggio alla storia di Parma ma anche alla sua modernità come per l’Auditorium Paganini, dove l’architetto ha preso la decisione di abbattere le pareti trasversali e sostituirle con ampie vetrate, anche l’immagine de La Galleria rievoca un nuovo modo di vivere gli spazi aperti, vivi, dedicati quindi alla socialità. L’immagine a sfondo nero con dettagli in oro richiama a quello che il centro di Parma è nella percezione di tutti quelli che la città la vivono e la amano: un luogo simbolo di una modernità che ha sempre saputo trasformarsi. Come la città, La Galleria è una porta di accesso contemporaneo capace di coinvolgere le migliori energie di ogni settore.
Il valore stimato dell’intera operazione è di oltre 1,5 milioni di euro a conferma del ruolo strategico riconosciuto a questa realtà cittadina, unica nel suo genere.