Sei in Parma

Avis, campagna estiva «Prima dono e poi parto»

Invito ai donatori ad  andare in vacanza solo dopo aver dato il proprio contributo Eleonora Fontana: «Le città si svuotano e si rischia la  carenza di scorte»

di Maria Teresa Angella -

31 luglio 2019, 10:54

Avis, campagna estiva «Prima dono e  poi parto»

«Prima dono e poi parto». È questo lo slogan con cui Avis provinciale porta avanti da alcuni anni la campagna estiva di sensibilizzazione verso le donazioni di sangue e derivati, che continuerà anche per tutto il mese di agosto.
 «Lo slogan riprende la campagna regionale e ha come scopo quello di ricordare e invitare le persone a fare tappa all'Avis prima di partire per le vacanze, per poter così garantire la disponibilità costante di sangue ed emoderivati anche nei mesi più caldi dell’anno - ha ricordato la responsabile comunicazione di Avis Provinciale Eleonora Fontana -. Le città si svuotano e si corre sempre il rischio di trovarsi in situazioni di carenza delle scorte». 
A un mese e mezzo dall’inizio dell’estate, le donazioni nella Provincia di Parma hanno registrato un trend altalenante dopo i grandi numeri di maggio, con una lieve flessione nei mesi di giugno e luglio, come riportato da Roberto Pasini presidente Avis Provinciale: «Ad oggi ci sono 11 sacche di sangue completo di differenza, in positivo, rispetto a quanto raccolto nel 2018. È importante questa sensibilizzazione che cerchiamo di portare avanti e abbiamo notato che negli anni ha avuto una buona risposta da parte dei donatori. Per questo voglio ringraziare per la grande sensibilità dimostrata i tutti i donatori della provincia e i presidenti delle sezioni per il lavoro che stanno svolgendo. Il nostro scopo come Avis è a arrivare a una programmazione regolare delle donazioni durante tutto l’anno ed è per questo che incentiviamo la prenotazione e l’auto prenotazione dei donatori». 
Per tutto il mese di agosto la sede Avis Provinciale di San Pancrazio rimarrà aperta (tranne a Ferragosto) e tutte le sedi - 47 sezioni aperte sul territorio di cui 33 con punti di raccolta - sono a disposizione per offrire la massima copertura, andando in contro alle esigenze dei donatori.
 È attivo anche il numero verde 800-229500 che consente di prenotare la propria donazione prima della partenza per le mete estive. 
La campagna «Prima dono e poi parto» continuerà fino a metà settembre, per coprire tutto il periodo estivo e cercare così di raggiungere quanti più donatori e potenziali donatori possibili, anche attraverso i social. 
«Siamo impegnati a far sì che ci sia la percezione da parte della cittadinanza dell’importanza di una donazione continua, senza picchi eccessivi - ha ricordato Giancarlo Izzi presidente Avis Comunale e direttore sanitario Avis Provinciale -. E fortunatamente la città sta rispondendo bene».