Sei in Parma

ALIMENTAZIONE

IV Forum mondiale Unesco a Parma: firmato protocollo d'intesa a Parigi

07 agosto 2019, 20:11

IV Forum mondiale Unesco a Parma: firmato protocollo d'intesa a Parigi

Firmato questa mattina a Parigi nella sede Unesco un importante protocollo di intesa tra l’Unesco e il Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale con il supporto del Comune di Parma e della Regione Emilia-Romagna. Il Memorandum of Understanding è stato sottoscritto da Cristiano Casa, assessore del Comune di Parma al Progetto Unesco e da Simona Caselli assessore all'agricoltura, caccia e pesca della Regione Emilia-Romagna. Lo scopo del protocollo d'intesa è rafforzare ulteriormente la cooperazione tra l'Unesco e il Governo italiano, con il sostegno del Comune di Parma e della Regione Emilia-Romagna, attraverso l'organizzazione del IV Forum mondiale Unesco sull'alimentazione e la cultura intitolato "Cultura e alimentazione: strategie innovative per lo sviluppo sostenibile” che si svolgerà il 12 e 13 settembre a Parma all’Auditorium Paganini e riunirà una vasta gamma di stakeholder provenienti da tutto il mondo. 

“Parma - ha dichiarato l’assessore Cristiano Casa - si sta preparando ad accogliere un evento mondiale che metterà le basi per uno sviluppo sostenibile nel rispetto della creatività e della specificità di ciascuno. Il sistema Parma porterà un importante contributo sul tema. Come Comune di Parma, insieme alla Regione Emilia-Romagna, ci occuperemo della parte di accoglienza dei vari delegati ospiti. Uno dei panel del Forum riguarderà lo sviluppo socio-economico e culturale dei territori con riferimento all’esempio del Network delle Città Creative Unesco della Gastronomia. Nell’ambito di questo Network, di cui Parma è coordinatrice, abbiamo deciso di dare vita a un progetto su tutte le 26 città che ha l’obiettivo di sensibilizzare le nostre comunità al tema della lotta allo spreco di cibo. Da Parma a Tucson, da Chengdu a Florianopolis, da Macao a Bergen, si parlerà di food waste grazie a questo progetto. Durante il panel abbiamo proposto di presentare questo progetto, oltre a dare spazio ad altri casi interessanti di Città Creative Unesco della Gastronomia impegnate in progetti virtuosi sul tema dello sviluppo sostenibile legato al cibo” .