Sei in Parma

Meteo

Nuova ondata di calore, tra oggi e domani il picco: 38º

11 agosto 2019, 10:47

Nuova ondata di calore, tra oggi e domani il picco: 38º

Un caldo annunciato. Stavolta gli esperti non hanno sbagliato. Anzi. La nuova ondata di calore era prevista e immancabilmente ieri le temperature hanno cominciato a salire: in città la minima registrata è stata di 23,9 e la massima a Parma centro di 37,8. Temperature elevate anche nella giornata di oggi e in quella di domani: probabilmente i valori saliranno ulteriormente arrivando fino a 38 gradi di massima, con venti da Sud Ovest. Da martedì invece si ricomincerà a respirare con qualche nube al pomeriggio e le temperature che progressivamente diminuiranno. Ieri il caldo si è fatto sentire soprattutto in città, mentre in collina si sono registrate massime di 32-34 gradi, nella Bassa di 35, mentre i fortunati che si trovavano a Lagdei e al Lago Santo si sono riposati con ben 20 gradi (meteoparma.com). 
«Effettivamente questa nuova ondata di calore era annunciata - conferma Paolo Fantini dell'Università -. Per fortuna, l'umidità rimane bassa sui 33%. Da martedì torneranno le correnti atlantiche, per cui nella giornata del 14 agosto sarà possibile qualche rovescio, ma non è sicuro che la nostra pianura sia coinvolta. Il 15 e il 16 agosto il cielo dovrebbe rimanere sereno con temperature molto gradevoli, sui 30-31 gradi».
E quella di questi giorni è la terza ondata di calore: «Proprio così - conclude Fantini -.  Un'ondata più corta, rispetto a quelle passate e il picco arriverà proprio tra oggi e domani, quando toccheremo i 38 gradi. A 40 non arriveremo di certo: il record del 29 luglio del 1983 con 40,2 non lo ripeteremo, così come quello del 3 agosto 1947 quando la massima registrata è stata di 40. Il record di quest'anno è stato quello di giugno con 39,2. Le fasi africane sono arrivate a giugno con 16 giorni, a luglio con sei e questi tre giorni di agosto. Per ora, al 31 luglio, questa è la terza estate più calda. La pioggia? A luglio abbiamo avuto un più 130%, dopo un giugno secco: fino a questo momento come pioggia siamo sotto la media e cioè meno 27%».
M.V. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA