Sei in Parma

iniziativa

“Giardini Gourmet”: nuova serata sold out alla scoperta degli angoli verdi di Parma

25 settembre 2019, 12:32

“Giardini Gourmet”: nuova serata sold out alla scoperta degli angoli verdi di Parma

Con l’arrivo dell’autunno, si chiude l’edizione 2019 di “Giardini Gourmet”. L’evento, che è inserito nel calendario di “Settembre Gastronomico” e fa registrare anche in questa occasione il sold out, mira a promuovere una Parma ancora poco conosciuta, puntando sul fascino del fattore green: la città ducale, infatti, è costellata di numerosi giardini, molti dei quali normalmente non accessibili. Preziosi alleati nella sfida lanciata dagli organizzatori sono l’alta cucina, perché Parma, con le sue eccellenze DOP e IGP e le sue filiere, è la capitale della Food Valley e Città Creativa UNESCO della Gastronomia, e la musica, a maggior ragione nel periodo del Festival Verdi e di Verdi Off. Il format di “Giardini Gourmet” nasce da un’idea della paesaggista ed esperta di botanica Angela Zaffignani, sostenuta da Comune di Parma e Fondazione Parma UNESCO Creative City of Gastronomy. La regia dell’evento è curata da Parma Alimentare e “Parma, io ci sto!”. A contribuire al successo dell’appuntamento saranno il FAI - Fondo Ambiente Italiano, responsabile dell’animazione culturale, Parma Quality Restaurants e Teatro Regio di Parma - Verdi Off rispettivamente per la parte gastronomica e musicale.

La serata “Giardini Gourmet” di venerdì 27 settembre, prevede due tappe. Il via sarà alle h 19:00 al Chiostro delle Maestre Luigine, un piccolo gioiello di architettura rinascimentale. La costruzione del chiostro attuale, in sostituzione di quello medievale, fu avviata nel 1493, a distanza di una decina d’anni dall’insediamento dei canonici Regolari Lateranensi: pianta quadrata, a un solo piano, con sei arcate a tutto sesto su ogni lato sorrette da colonne in pietra arenaria. A spiccare sono la cornice in terracotta che corre continua lungo tutti e quattro i lati, con teste di cherubini alate unite da festoni, e la decorazione pittorica policroma. Figlio di un complesso monastico dedicato a San Sepolcro, dal 1755 questo spazio ha avviato una prestigiosa tradizione educativa, da scuola dell’infanzia a scuola primaria. Oggi appartiene al Conservatorio delle Maestre Luigine. Nel corso della serata i volontari del FAI di Parma accompagneranno gli ospiti in un tour alla scoperta del Chiostro, della Sala di Comunità, del Refettorio e della Cappella, con il Cristo dell’artista parmense Carlo Mattioli. Negli spazi del Chiostro delle Maestre Luigine, Parma Quality Restaurants offrirà a tutti i presenti un aperitivo a buffet, con degustazione di Parmigiano Reggiano DOP e finger food come il “Crostone lievitato naturalmente al burro di montagna, con crema di alici” e “Mezze maniche ripiene con ricotta, pomodorini secchi e alici”.

A curare il menu saranno chef Enrico Bergonzi, Ristorante “Al Vedel”, e Simone Berzolla, Ristorante “Giorgione’s”. La selezione musicale sarà invece affidata, in rappresentanza del Teatro Regio di Parma - Verdi Off, al duo clarinetto e fagotto composto da Matteo Vaccari e Matteo Maggini, che eseguiranno brani di Beethoven, Handel e Poulenc.

La serata “Giardini Gourmet” proseguirà poi al Convitto di Maria Luigia, con il suo Cortile delle Magnolie: nato già nel 1601 come Collegio dei Nobili, su iniziativa di Ranuccio Farnese, fu più tardi annesso al Collegio Ducale proprio da Maria Luigia. Il giardino si caratterizza per le aiuole, ripensate negli anni Trenta, per le siepi di bosso che circondano una fontana tondeggiante e per un tempietto a otto colonne. A svettare, silenziose e antiche, sono però le magnolie. Guidati dai volontari del FAI, gli ospiti potranno visitare il Teatro, con la volta affrescata da Giovanni Gaibazzi con un’allegoria raffigurante le Arti e le Scienze, la storica biblioteca e la “Sala dei Giganti”, così chiamata per le sei alte statue monocrome di divinità dipinte tra le finestre delle parete nord e tra quelle che si aprono su Borgo Lalatta. La visita si concluderà nella suggestiva Cappella ottocentesca. Il Cortile delle Magnolie ospiterà il light dinner, con proposte selezionate da Parma Quality Restaurants che spazieranno dai “Fusilli al finto cacio e pepe” al “Petto d’anatra cotto a bassa temperatura”, per arrivare alla “Insalata di frutta fresca” e al “Budino al cioccolato, con composta di pesche e amaretti”. Spazio anche alla musica, in collaborazione con il Teatro Regio di Parma - Verdi Off. Al Convitto Maria Luigia, il duo clarinetto e fagotto composto da Matteo Vaccari e Matteo Maggini proporrà un repertorio tutto ispirato al XX secolo, con musiche di Ennio Morricone, Nino Rota e Astor Pantaleón Piazzolla.