Sei in Parma

QUALITÀ DELLA VITA

Rainieri, Gambarini e Aimi attaccano Pizzarotti

Il leghista: “Il sindaco non si interessa di Parma e si schiera con Bonaccini”  

18 novembre 2019, 18:08

Rainieri, Gambarini e Aimi attaccano Pizzarotti

Fioccano le reazioni dopo le dichiarazioni del sindaco di Parma Federico Pizzarotti ai microfoni di Radio Parma e sulla classifica di ItaliaOggi che vede Parma perdere 14 posizioni nella qualità della vita.

“Pizzarotti è imbarazzante, i dati sulla classifica della qualità della vita non li ha nemmeno letti. Ormai è chiaro che della città che dovrebbe amministrare non gli interessa più nulla perché è concentrato unicamente a prolungare la sua permanenza in politica aiutando il PD e Bonaccini alle prossime elezioni regionali”. Questo il commento del Vice Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna ed esponente della Lega, Fabio Rainieri, riguardo alle dichiarazioni del sindaco di Parma.

“Pizzarotti - prosegue il Consigliere regionale leghista – è così chiuso nella sua convinzione di essere un personaggio politico di livello nazionale da credere che gli basta intervenire su temi generali in tv e su qualche giornale nazionale, per far credere di essere un buon amministratore. Ma non può essere un bravo amministratore chi non si occupa delle cose che non vanno, e a Parma sono tante, ma pensa di liquidare i cittadini che a lui si rivolgono con risposte inadeguate e mai concrete. Il suo schierarsi con Bonaccini, con il quale flirta da tantissimo tempo, è la conseguenza di quella stessa superficialità e assenza di interesse per i problemi dei suoi amministrati”.  

------------------------

Interviene anche Francesca Gambarini (Cambiamo!): "Parma perde 14 posizioni nella classifica della qualità della vita. Cosa potevamo aspettarci da un sindaco che ha fatto della decrescita la sua bandiera? Particolarmente grave è il dato sulla sicurezza, dove Parma tra le ultime province italiane classificandosi 99esima. Vero che la classifiche non sono il Vangelo ma vanno tenute in seria considerazione soprattutto quando cristallizzano una situazione di insicurezza e decadenza che è sotto gli occhi di tutti coloro che Parma la vivono... Pizzarotti si metta al lavoro per la città. Manca ormai poco a Parma2020 e andando avanti di questo passo rischiamo che il 2020 si trasformi da grande volano per il territorio a un buco nell'acqua"

-----------------------

Per Enrico Aimi, senatore e commissario provinciale Parma per Forza Italia "Il tonfo di Parma, che perde ben 14 posizioni per qualità della vita, finendo al ventesimo posto della classifica, testimonia che è davvero tempo di cambiare. I dati sono sconfortanti soprattutto sotto il profilo della sicurezza, tema perennemente trascurato dalle sinistre, che abbandona le periferie, i quartieri, sottovalutando sistematicamente il grido di allarme che arriva dalla popolazione. I governi di centrodestra in questa città avevano sempre fatto volare Parma ai primi posti ed è a quei livelli che la città deve tornare. Forza Italia è già pronta con proposte e iniziative sul territorio: siamo pronti a fare da catalizzatore per un mondo civico, di imprenditori e di professionisti, che vogliano dare il proprio contributo non solo nella partita decisiva delle regionali ma anche per quella, ormai non tanto lontana, delle comunali. Dobbiamo cominciare, da subito, a costruire una reale alternativa a Pizzarotti, mascherato da civico, ma che altro non è che l’ennesima stampella di una sinistra in agonia. Noi ci siamo, Forza Italia c’è, il centrodestra unito c’è.