Sei in Parma

Inala dei pezzetti di castagna: bimba di 7 mesi salvata al Maggiore - Foto

09 dicembre 2019, 13:50

Chiudi
PrevNext
1 di 4

Non ha ancora 8 mesi e pesa poco più di 7 kg la piccola che nei giorni scorsi è stata al centro di un delicatissimo intervento salvavita all’ospedale di Parma a causa dell’inalazione accidentale di alcuni pezzettini di castagna.
“È il primo intervento che eseguiamo su una bimba di questa età, delicatissimo e molto complicato - spiega Maria Majori, responsabile dell’equipe di Pneumologia ed Endoscopia toracica- perché le vie aeree di un paziente di 7 mesi sono estremamente ridotte, tra i 3 e i 4 millimetri di diametro, bisogna quindi intervenire con la massima precisione per recuperare i corpi estranei e non causare nessun trauma al paziente”.
La bimba stava mangiando quando ha presentato sintomi da soffocamento che sembravano risolti grazie all’intervento dei familiari. A poche ore dall’episodio  la mamma si è però resa conto che nonostante l’apparente benessere qualcosa era cambiato nel suo modo di respirare, sentendo un sibilo che, come detto ai medici: “prima non c’era”.
Sono stati i professionisti della Pediatria Generale e d’Urgenza,  e i radiologi pediatrici  ad accorgersi e a confermare che il polmone sinistro non ventilava più per cui era molto probabile  che la causa fosse l’inalazione accidentale dei pezzetti di castagna che la bambina stava mangiando quando era stata male poche ore prima. Da li alla chiamata in Endoscopia toracica sono passati una manciata di secondi e poco dopo la piccola paziente era nella sala operatoria dell’Otorino-Maxillo dove Maria Majori ha effettuato l’intervento di disostruzione, avvalendosi della collaborazione di Matteo Pagani e Loredana Ziliotti medico e infermiera della Pneumologia ed Endoscopia toracica, di Federico Martello e Luca Cattani della 1°Anestesia e Rianimazione, diretta da Sandra Rossi, e dei sanitari del comparto operatorio.