Sei in Parma

verso le elezioni

Tour elettorale di Salvini nel Parmense - VIDEO: 'elogi' a Varano, selfie in via Farini a Parma

13 gennaio 2020, 18:43

Tour elettorale di Salvini nel Parmense, in visita a Noceto, Varano, Borgotaro, Tornolo, Berceto e Parma: «Questo voto del 26 gennaio è in occasione che capitano una volta nella storia: è come nel maggio del 2003, avevo un bimbo di un mese ma dissi a mia moglie, devo andare a Manchester, c'è Milan Juve, una finale di Champions così non la vedo più». ha detto Salvini nell'incontro di Varano. «Nei prossimi giorni - prosegue Salvini - verranno qui Zaia, Fontana, Fedriga, i nostri governatori per dare uno sprint, poi la partita vera inizia il 27. Ora nei prossimi giorni conto su di voi: parlate a tutti, la differenza la fa chi sta a casa, i dati veri ci dicono che stiamo avanti, per la prima volta in 50 anni». 

Sui vescovi "Con la consapevolezza che i cattolici voteranno per me, condivido totalmente l’appello dei vescovi della regione per una campagna elettorale positiva e costruttiva, che è quella che sto facendo io, a differenza di quella della sinistra". Così  Salvini commenta da Parma l’appello lanciato da vescovi emiliano-romagnoli in vista del voto del 26 gennaio.

Come Milan-Juve "Questo voto del 26 gennaio è una di quelle occasioni che capitano una volta nella storia: è come nel maggio del 2003, avevo un bimbo di un mese ma dissi a mia moglie, devo andare a Manchester, c'è Milan-Juve, una finale di Champions così non la vedo più", ha detto Salvini a Varano. "Nei prossimi giorni - ha proseguito - verranno qui Zaia, Fontana, Fedriga, i nostri governatori per dare uno sprint, poi la partita vera inizia il 27. Ora nei prossimi giorni conto su di voi: parlate a tutti, la differenza la fa chi sta a casa, i dati veri ci dicono che stiamo avanti, per la prima volta in 50 anni". 

Varano "Se rischierò un processo per aver controllato i confini il mio paese ci andrò a testa alta, ma dovranno preparare un Tribunale bello grande, perché con me ci saranno tanti italiani". Lo ha detto Salvini durante un’iniziativa elettorale a Varano. In un passaggio del suo intervento, parlando del caso Gregoretti, in tanti tra il pubblico hanno commentato: "Verremo con te, siamo pronti".