Sei in Parma

Le nostre iniziative

Ecco la guida della Capitale della cultura: da domani in vendita con la «Gazzetta»

14 febbraio 2020, 11:02

Ecco la guida della Capitale della cultura: da domani in vendita con la «Gazzetta»

Innanzi tutto esaustiva. Ma anche maneggevole e piacevole  da sfogliare. Con tanto da leggere e altrettanto da guardare. In copertina una delle immagini simbolo di Parma 2020, create da Francesco Ciccolella, così da dare subito l'idea che la guida «Parma. Arte, musica, cibo» - Grafiche Step, progetto grafico di Armando Chitolina - in uscita domani con la «Gazzetta»,  accompagnerà per tutto l'anno di Capitale italiana della cultura  parmigiani e  turisti alla scoperta (o ri-scoperta) della  «piccola capitale». 
Ci sono raccontati i luoghi degli eventi e i luoghi della storia, senza dimenticare le gemme preziose che costellano il territorio parmense. Ci sono le opere d'arte e i personaggi che hanno fatto grande Parma, senza dimenticare le eccellenze agroalimentari.

PARMA E LA SUA STORIA
Piazza Garibaldi e gli Appennini sullo sfondo al tramonto: lo scorcio fa subito pensare a quanto è bella Parma. Oltre a centinaia di foto inedite, la guida invita tutti alla riscoperta della città a partire dalla storia, da quella romana e   medievale alla Parma farnesiana, dei Borbone e di Maria Luigia. 
L'ARTE A PARMA
A proposito di arte, una lunga serie di capitoli,  zeppi di fotografie, si apre con l'immagine della soave «Scapiliata», capolavoro leonardesco conservato in Galleria Nazionale:  tra i temi trattati il Palazzo del Giardino e il Parco Ducale, il Complesso monumentale della Pilotta,  Museo Bodoniano compreso, la Camera di San Paolo, il Battistero di Benedetto Antelami, il Duomo con la Deposizione di Antelami e la cupola di Correggio, San Giovanni, l'Antica Spezieria. 
PARMA E LA MUSICA
A proposito invece di Parma e la musica focus sui grandi parmigiani Giuseppe Verdi, Arturo Toscanini, Niccolò paganini, Ildebrando Pizzetti, Carlo Bergonzi e Renata Tebaldi. A questi si affiancano gli approfondimenti su Teatro Regio, Conservatorio Boito, Casa della musica, Auditorium Paganini,  Casa del suono. 
PASSEGGIANDO PER PARMA
Un suggerimento ai turisti e un «invito» ai parmigiani a guardare Parma con occhi nuovi arriva con il capitolo «Passeggiando per la città» in cui si raccontano tante piccole meraviglie custodite - tra gli altri - al Museo Glauco Lombardi, alla Pinacoteca Stuard, all'Ape Parma Museo, a Palazzo Rangoni, allo Csac, all'Orto Botanico, nella chiesa di Sant'Antonio abate, alla Certosa e al museo di Storia naturale.
I CASTELLI E LA REGGIA 
Dal maniero di Torrechiara a quelli di Bardi, Montechiarugolo, Scipione, Compiano e Felino, dalla Rocca di Fontanellato a quelle di Sala Baganza, San Secondo, Soragna e Roccabianca, ampio spazio è dedicato chicche d'arte e storia disseminate su tutto il territorio provinciale. Senza dimenticare il Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci e la Fondazione Magnani-Rocca di Mamiano di Traversetolo.
IL BUON CIBO
Nella pagine «La terra del buon cibo» approfondimenti dedicati alle specialità della «food valley», i prodotti   «made in Parma».
IN VENDITA
La speciale guida è in vendita, tutti i giorni per tutto l'anno,  con la «Gazzetta» a 10 euro più il prezzo del quotidiano. 
k.g. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA