Sei in Parma

Si decolla. Studenti piloti per 2 settimane

 L'esperienza offerta dall'Aeronautica militare a 200 ragazzi  delle  superiori
 

18 febbraio 2020, 10:34

Si decolla. Studenti piloti per 2 settimane

Pilota per due settimane.  Questa l'esperienza che l'Aeronautica militare offre agli studenti di Parma, grazie a un accordo fra il Ministero della difesa e il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca. 
Il corso di cultura aeronautica è un’attività completamente gratuita e facoltativa e si svolgerà da lunedì prossimo al 5 marzo ed è rivolto a duecento studenti delle classi terze, quarte e quinte degli istituti superiori della città.
 Il corso è suddiviso in una settimana dedicata alla teoria e in un'altra settimana dedicata al volo. La prima settimana gli studenti seguiranno un ciclo di lezioni teoriche basiche che trattano di aerodinamica, strumenti di volo, propulsione, condotta del velivolo, sicurezza volo, in modo.
Al termine della settimana di teoria, nel pomeriggio di giovedì 27, gli studenti effettueranno un test sulle conoscenze acquisite così da poter creare una graduatoria che permetterà di determinare coloro che avranno la possibilità di sedersi nel posto di pilotaggio e provare a pilotare un aereo, mentre gli altri ragazzi voleranno come passeggeri.
 Durante la seconda settimana gli studenti vivranno l’esperienza del volo in formazione con un aereo militare, il Siai U-208A. Ad accompagnarli in questa esperienza unica, i piloti istruttori di volo del 60° Stormo dell’Aeronautica militare.
 Al termine dell’attività teorica e dell’attività di volo sarà stilata la graduatoria finale e i primi classificati riceveranno come premio uno stage all’aeroporto di Guidonia, sede del 60° Stormo, durante il quale indosseranno i panni dei piloti dell'Aeronautica militare e voleranno con l'aliante Twin Astir.
Per i ragazzi il corso rappresenta un'occasione per avvicinarsi al mondo del volo, un mondo che offre grandi emozioni, ma che richiede impegno, competenza e passione. Per l'Aeronautica militare, invece, è un'opportunità per essere in mezzo ai giovani e per trasmettere loro come impegno, competenza e passione possano diventare una professione. r.c.