Sei in Parma

Langhirano

Morta al Maggiore una bambina ammalata di meningite

Nessuna profilassi risulta necessaria, eseguiti comunque test ai contatti più stretti 

19 febbraio 2020, 19:26

Morta al Maggiore una bambina ammalata di meningite

E’ deceduta oggi nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Maggiore, una giovane paziente ricoverata in gravissime condizione per meningite batterica da streptococco (gruppo A), diagnosticata dai pediatri dell’Ospedale dei Bambini di Parma “Pietro Barilla”, al momento dell’arrivo in Pediatria, venerdì 14 febbraio.

Le Aziende sanitarie di Parma esprimono le più sentite condoglianze alla famiglia in questo momento di profondo dolore.

La bambina, arrivata al Maggiore con un grave quadro clinico, da sabato era ricoverata in gravissime condizioni in 1° Anestesia e Rianimazione. Residente nel comune di Langhirano e iscritta a una scuola elementare nel comune di Parma, la bambina si è ammalata di meningite batterica da streptococco beta emolitico di gruppo A, una forma invasiva rara rispetto alle più comuni manifestazioni da streptococco quali faringite, faringotonsillite, scarlattina.

Per queste forme di meningite non è prevista alcuna profilassi antibiotica, ma è indicata in via del tutto precauzionale l’esecuzione di un tampone faringeo ai contatti più stretti del malato, anche se questi non presentano sintomi. Stamattina, dunque, i professionisti della Pediatria di Comunità dell’Azienda Usl del Distretto di Parma hanno provveduto ad eseguire il tampone faringeo ai compagni di classe e agli insegnanti della bambina, mentre i suoi famigliari hanno eseguito il tampone agli ambulatori del Servizio di Igiene e sanità pubblica.

Ai casi che risulteranno positivi allo streptococco verrà prescritta idonea terapia antibiotica. Purtroppo per le infezioni da streptococco beta emolitico di gruppo A non è disponibile un vaccino.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA