Sei in Parma

vertice in prefettura

Nessun caso sospetto nel Parmense. Scuole e uffici aperti, restano confermati gli eventi in programma

22 febbraio 2020, 12:23

Nessun caso sospetto nel Parmense. Scuole e uffici aperti, restano confermati gli eventi in programma

Al momento nessun caso sospetto in provincia di Parma. Nessun provvedimento particolare previsto, dunque, e nessuno stop alle feste di Carnevale in programma, alla, Verdi marathon prevista a Salso, e ai veglioni in provincia. Scuole, esercizi e uffici restano aperti. E' quello che viene confermato dopo un vertice in Prefettura per fare il punto della situazione dopo il focolaio di Coronavirus in Lombardia. 
 Come da procedura Ministeriale, i rientri dalla Cina vanno segnalati al 337 1686819, Resta l'appello, in caso di dubbi, a non recarsi al Pronto Soccorso ma a contattare il medico di famiglia, o il pediatra, o il 118.

 

Questi, inoltre, gli aggiornamenti a livello regionale: " All’ospedale di Piacenza è risultata positiva al tampone per accertare la presenza del Coronavirus una signora 82enne, residente in uno dei Comuni lombardi particolarmente colpiti dal virus, Codogno. La signora lombarda si era recata ieri presso l’ospedale piacentino, ed è stata ricoverata nel Reparto Malattie infettive. Immediatamente, da parte dell’ospedale piacentino, sono partiti tutti i controlli interni - si legge in una nota della regione -. Negativo, invece, il test effettuato su un altro paziente, mentre si è in attesa degli esiti di altri due tamponi, tra i quali quello relativo all’infermiere piacentino che lavora al triage dell’ospedale di Codogno, che ha avuto contatto diretto con il paziente 1, accompagnato nella notte in ospedale a Piacenza per febbre e tosse.

“Abbiamo ricoverato ieri la signora lombarda risultata positiva al tampone- ha detto Sergio Venturi, assessore regionale alla Salute- e si stanno praticando tutte le cure del caso. Confermo che al momento non vi sono emiliano-romagnoli colpiti dal virus, e tutto il sistema sanitario regionale è attivo per monitorare l’evolversi della situazione, pronto ad intervenire in caso di necessità ulteriori”.

“Vorrei ricordare- conclude Venturi- che chi presenta una sintomatologia riconducibile al coronavirus non si rechi ai Pronto Soccorso degli ospedali e negli ambulatori dei medici di famiglia, ma prenda contatti con il proprio medico di famiglia e, se non vi fosse questa possibilità, chiami il 118, oppure - per i cittadini piacentini - chiami il numero dedicato 0523 317979, stasera e domani con orario prolungato 8.00/20.00”.

Dopo la notizia, diffusa nella tarda serata di ieri, della negatività del tampone relativo alla paziente ricoverata ieri nel reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale di Piacenza, collega del primo paziente risultato positivo e già dimessa, oggi c’è la conferma della negatività di altri tre tamponi relativi ad una famiglia piacentina, residente in città (nonna, madre e bambino), dimessi stanotte.