Sei in Parma

fede

La diocesi di Parma dà il via libera alle messe a partire da domenica

28 febbraio 2020, 14:10

La diocesi di Parma dà il via libera alle messe a partire da domenica

La diocesi di Parma ha emesso questo comunicato: "Facendo seguito all'ordinanza del Ministero della Salute di intesa con il presidente della Regione Emilia Romagna, circa le misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 e ai relativi chiarimenti applicativi, in comunione con i vescovi della Conferenza episcopale dell'Emilia Romagna in tutte le attività di loro specifica competenza, ad ogni livello e in ogni ambito della vita ecclesiale, con gli uffici preposti della Regione e delle Prefetture, adottano le seguenti disposizioni: 


1. "Ci si attenga sempre a criteri di prudenza, evitando concentrazione di persone in spazi ristretti e per lungo tempo, sia in riferimento alle attività parrocchiali che diocesane. Le chiese rimangono aperte al culto e alla preghiera individuale.

2. Data la circostanza, è sospeso il precetto festivo (Can 1248 §2). Tuttavia, è consentita la celebrazione delle S. Messe festive, evitando processioni e assembramenti di persone al temine della celebrazione a condizione che venga ottemperato íl n. 1. Coloro che per motivi di salute non si sentissero di partecipare alla celebrazione, preghino nelle loro case." 

Pertanto nella Diocesi di Parma - in deroga a quanto indicato nella precedente comunicazione —domenica 1 marzo, a partire dalle celebrazioni "prefestive", 1° domenica di Quaresima, è possibile celebrare le Sante Messe con il popolo attenendosi alle disposizioni già date: le acquasantiere rimangano vuote; si eviti lo scambio della Pace; la Comunione sia devotamente ricevuta solo sulla mano, si mantenga, laddove gli spazi siano piccoli, una congrua distanza tra le persone. Secondo le opportunità pastorali, è possibile compiere il rito della imposizione delle ceneri dopo la liturgia della parola. Le persone che non si sentono bene o riconoscono di avere motivi ragionevoli per non partecipare all'Eucaristia domenicale, preghino, come ampliamente suggerito, da casa. Si chiede ai Presbiteri Moderatori di confrontarsi con i presbiteri nelle Nuove Parrocchie per valutare prudentemente l'attuazione di questa ultima comunicazione. Per il resto rimangono in vigore le precedenti disposizioni. All'inizio della prossima settimana anche a seguito del previsto incontro della Conferenza Episcopale dell'Emilia Romagna, saranno diramate ulteriori indicazioni. Possiamo però già comunicare che il catechismo riprenderà alla riapertura delle scuole. 
" Salus nostra in manu tua" così invochiamo Maria Madre del Signore e a Lei ci affidiamo in una preghiera fidente e filiale noi stessi e la nostra terra. 

Don Luigi Valentini - Vicario Generale 
 

Messe consentite anche nella diocesi di Fidenza - Leggi

© RIPRODUZIONE RISERVATA