Sei in Parma

CORONAVIRUS

Piccole Figlie, aumenta l'accoglienza dei pazienti Covid: ora sono 16

21 marzo 2020, 13:36

Piccole Figlie, aumenta l'accoglienza dei pazienti Covid: ora sono 16

Sono aumentati a 16 i pazienti Covid-19 già accolti da Piccole Figlie Hospital. I malati sono sistemati nelle degenze attrezzate ad hoc al terzo piano dell’ospedale di via Po. "Il reparto Covid, così come il percorso per accedervi, è completamente isolato in sicurezza dal resto dell’attività - si legge in una nota dell'azienda -.Piccole Figlie Hospital è stato il primo ospedale privato accreditato della provincia e tra i più tempestivi in Emilia-Romagna a mettersi a disposizione del Servizio Sanitario per l’emergenza coronavirus, accogliendo i pazienti Covid già lo scorso mercoledì 11 marzo. La maggior parte sono inviati dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, mentre alcuni pazienti erano già ricoverati nella degenza ordinaria di medicina delle Piccole Figlie, dove sono emersi sintomi da infezione e quindi trasferiti internamente".
L’età dei pazienti varia da meno di 50 anni ad oltre 90 anni.
“Ciò che colpisce di questa patologia è il polimorfismo – dice Giorgio Bordin, direttore sanitario di Piccole Figlie Hospital direttamente impegnato a dirigere il reparto Covid - : ci sono quadri molto differenti nella evoluzione della malattia. C’è chi respira molto bene ma ha una forte tosse, chi al contrario ha assenza di tosse ma insufficienza respiratoria, chi ha la febbre e chi no. Ogni malato è diverso da un altro”.
Il reparto Covid vede, oltre al direttore, la costante presenza di un medico e un numero di infermieri e oss potenziato rispetto agli standard, per garantire un’adeguata assistenza ai pazienti.
“Noi accogliamo tutti – dice Bordin – si tratta di malati in fase remissiva. Molti sono sulla via della guarigione ma alcuni, più compromessi con patologie associate, presentano un quadro più complicato.”
“Curiamo molto la relazione – prosegue Bordin. Il peso di solitudine non è trascurabile tra gli effetti del coronavirus. E anche i familiari: chiamiamo sistematicamente tutti ogni giorno, non solo per cose importanti dal punto di vista medico”.
Per questo motivo Piccole Figlie Hospital sta approntando un sistema per dare la possibilità di fare video telefonate quotidiane tra pazienti e parenti, a orari prefissati. Il servizio sarà attivato lunedì.
“Voglio sottolineare che stiamo riuscendo a fornire tutti i DPI necessari per la sicurezza dei lavoratori nel reparto Covid, - afferma Roberto Gallosti, amministratore delegato di Piccole Figlie Hospital – E voglio ringraziare medici, infermieri e oss che stanno dando una straordinaria prova di disponibilità e senso di responsabilità con un aiuto concreto per superare questa difficile situazione che stiamo vivendo”.