Sei in Parma

PROCURA

Dipendente dell'ospedale aveva in casa mascherine e disinfettanti sottratti nei reparti: sospeso

23 marzo 2020, 10:49

Dipendente dell'ospedale aveva in casa mascherine e disinfettanti sottratti nei reparti: sospeso

Nei giorni scorsi le Fiamme Gialle di Parma hanno individuato una sala slot all'interno della quale un dipendente vendeva, a prezzi esorbitanti, prodotti disinfettanti e presidi medico-sanitari, in particolare mascherine, provenienti dall'Azienda ospedaliera. Sottratti, per la precisione.

Il dipendente è stato denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di ricettazione e sanzionato amministrativamente in violazione delle norme sul commercio.

Le indagini hanno permesso però di effettuare anche alcune perquisizioni domiciliari, per capire chi rifornisse il "mercato". Ed è così che  è stato individuato un altro dipendente dell’azienda ospedaliera di Parma in possesso, a casa, di merce sottratta dai reparti. E per l'uomo sabato è arrivata la sospensione dall’esercizio di pubblico servizio, disposta dal Gip di Parma  Alessandro Conti, per il reato di peculato.

Le condotte dei due dipendenti sono state ritenute particolarmente gravi anche in ragione delle condizioni sanitarie determinate dalla pandemia mondiale da virus COVID-19, che rende indispensabile proprio l’utilizzo di mascherine e prodotti disinfettanti.

E' stata ovviamente informata anche l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma che ha sempre collaborato fattivamente nell’esecuzioni delle indagini e all’individuazione dei dipendenti infedeli.