Sei in Parma

UN VACCINO CONTRO LE FAKE NEWS

L'ozono è utile o inutile?

di ANTONIO RINALDI -

13 maggio 2020, 08:49

L'ozono è utile o inutile?

Dopo quasi tre mesi di questa emergenza sanitaria, con la crescente paura di contagio e contaminazione di tutto ciò che ci sta intorno, di certezze ancora ce ne sono poche. Un gran parlare si è fatto nelle ultime settimane delle cosiddette «sanificazioni» (quasi un termine di nuovo conio, ricavato sul calco di analoga parola inglese in uso nel mondo dell’industria alimentare) che devono e dovranno esser effettuate regolarmente in locali e mezzi pubblici.
Uno dei metodi più quotati pareva esser la cosiddetta ozonizzazione; sono in commercio, e negli ultimi tempi hanno avuto anche molto mercato, vari strumenti in grado di generare ozono, un gas affine all’ossigeno (tecnicamente è una sua forma allotropica), ma molto più reattivo di quest’ultimo e dotato di un forte potere ossidante (da cui la sua attività antibatterica).
Gli ozonizzatori sono usati anche per il trattamento delle ambulanze dopo servizi Covid, e si pensava potessero esser un valido supporto anche per il trattamento di vari spazi pubblici, ma settimana scorsa è giunta una doccia gelata da parte del Ministero il quale in un’apposita nota smentisce: «Non ci sono evidenze che l’ozono svolga una funzione sterilizzante nei confronti del nuovo Coronavirus. Le azioni più efficaci per la pulizia degli ambienti - prosegue la nota - sono la disinfezione con soluzioni di cloro attivo allo 0,1% (o allo 0,5% per servizi igienici e superfici toccate più frequentemente), o in alternativa l’uso di disinfettanti a base di alcol».
Dunque il Ministero, in attesa di studi e conferme, consiglia di procedere con forme di disinfezione più tradizionali. Resta il fatto che l’ozono da anni viene usato in ambito sanitario ed è ritenuto un efficace battericida e inattivante di virus e, soprattutto, essendo un gas arriva dove una pulizia tradizionale non può arrivare. 

SEMAFORO ARANCIONE