Sei in Parma

CORONAVIRUS FASE 2

Adesso tocca a noi: andiamo al ristorante

di Chichibio -

29 maggio 2020, 13:14

Adesso tocca a noi: andiamo al ristorante

 Adesso tocca a noi. I ristoranti hanno aperto, gli ultimi lo stanno facendo in questi giorni e ora tocca a noi: andiamo al ristorante. Sono luoghi sicuri: i gesti barriera rispettati, i tavoli distanziati anche più del richiesto, mascherine e guanti (questi ultimi non sono obbligatori) per i camerieri, gel per le mani, menu sanificati o sul telefonino o usa e getta. La cordialità di sempre, l'entusiasmo dei gestori come fosse, ed è, un nuovo inizio, il primo giorno di scuola. I prezzi non sono aumentati, in ogni locale pur, non chiudiamo gli occhi, di diversa qualità, troveremo un piatto particolare, un prodotto scelto con cura e ritroveremo le nostre solide abitudini, la sorpresa di una novità. Mangiando due cose e con un vino delle nostre terre, avremo un conto onesto e ancora, speriamo, alla portata di tutti - e ritroveremo un luogo di cordialità, di amicizia, di piacere da condividere coi nostri cari e con gli amici, in posti ben distanziati. Il ristorante è la vetrina del territorio, del nostro modo di vivere, dei nostri prodotti d'eccellenza, racconta la storia delle donne e degli uomini che ne sono stati e ne sono gli artefici: nei campi, nei caseifici, nei laboratori artigiani, nelle industrie, nelle cucine. I ristoratori, gli osti, i pizzaioli hanno fatto il possibile: hanno sostenuto con generosità e col loro cibo chi negli avamposti e nelle retrovie ospedaliere lottava per la nostra vita, ci hanno rifornito prima a domicilio, poi, e ancora, con l'asporto. Ora hanno riaperto e ci aspettano con il sorriso, con la voglia di ripartire. Ma adesso tocca a noi.