Sei in Parma

omaggio

Ospedale Maggiore, un angelo di bronzo dedicato agli angeli in carne e ossa

18 giugno 2020, 10:28

Ospedale Maggiore, un angelo  di bronzo dedicato agli angeli in carne e ossa

«Agli angeli del nostro tempo»:  questa la frase che accompagna l’originale donazione che una famiglia di Parma ha voluto destinare all’Ospedale Maggiore. 
Da qualche giorno un angelo, in fusione di bronzo sbiancato collocato su un piedistallo di marmo bianco, accoglie il personale e i pazienti all’ingresso del padiglione centrale del Monoblocco.
 E’ comparso con la stessa delicatezza dei suoi donatori, che vogliono mantenere l’anonimato, per ringraziare adesso e a futura memoria, appunto  «gli angeli del nostro tempo»,  ovvero tutti coloro che quella porta l’hanno varcata in situazioni di grave emergenza, lottando ogni giorno per difendere vite umane dall’epidemia Covid. 
Dai volontari ai portantini, dagli ausiliari agli infermieri, dai medici ai responsabili di reparto e di intere unità quell'angelo vuole esprimere un segno di riconoscenza e ringraziamento  che rimarrà a ricordarci che ciascuna di quelle persone è stato un baluardo in difesa della nostra salute.
«Quell’angelo ci ricorderà per sempre i sacrifici del personale del Maggiore che sono stati tanti – ha sottolineato il commissario straordinario delle Aziende sanitarie, Massimo Fabi – e vorrei ci rammentasse ogni giorno che la ricerca di una nuova normalità deve fare tesoro di quella esperienza».
r.c.