Sei in Parma

POLITICA

Fermata AV a Parma, bocciato l'emendamento della Cavandoli: "La maggioranza vota contro un'infrastruttura strategica"

L'emendamento prevedeva lo stanziamento di 5 milioni per lo studio di fattibilità e la progettazione della nuova stazione dell’Alta Velocità alle Fiere di Parma

03 luglio 2020, 18:22

Fermata AV a Parma,  bocciato l'emendamento della Cavandoli: "La maggioranza vota contro un'infrastruttura strategica"

“Dopo il parere negativo di relatori e governo della scorsa settimana - afferma la deputata della Lega, Laura Cavandoli,  autrice dell'emendamento al Decreto Rilancio che prevedeva lo stanziamento di 5 milioni per la progettazione della nuova stazione AV a Par - la maggioranza PD-IV-5 Stelle in Commissione Bilancio ha respinto il mio emendamento che prevedeva lo stanziamento di 5 milioni per lo studio di fattibilità e la progettazione della nuova stazione dell’Alta Velocità alle Fiere di Parma. Su ben 55 miliardi di euro del decreto rilancio, maggioranza e Governo si rifiutano di stanziare 5 milioni per Parma per poter iniziare il percorso per realizzare la stazione AV. Una decisione politica che vuole solo dire una cosa: non la vogliono fare. Nonostante le promesse del PD di Parma, della Regione e del ministro (PD) De Micheli e l'approvazione della mozione PD da parte del consiglio comunale. Il PD promette a Parma e poi cancella a Roma. E’ l’ennesimo scippo alla città, e l’ennesima presa in giro ai parmigiani. Sono molto rammaricata perché, esattamente come 30 anni fa, ancora una volta la politica del PD penalizza le infrastrutture parmensi. Un fatto inaccettabile. La Lega non darà tregua: devono mantenere le promesse fatte al territorio. La battaglia è solo cominciata".