Sei in Parma

22 luglio 2020

XXII Luglio, perché la via si chiama così?

22 luglio 2020, 16:04

XXII Luglio, perché la via si chiama così?

Il 22 luglio a cui è dedicata la via è quello del 1854, giorno in cui proprio a Parma ci fu un’insurrezione mazziniana contro il dominio austriaco. La rivolta finì male, nel sangue. I cospiratori si ritrovavano in due bar, il Ravazzoni di via S.Quintino (l’ex via XXII Luglio) e il Bersellini, all’angolo tra strada Benedetta (quella che poi sarebbe diventata via Saffi) e borgo Stallatici (via Dalmazia). Proprio qui iniziò la rivolta. Nell’altro ritrovo, il Ravazzoni, venne sparato un colpo di cannone da una batteria addirittura posta nell’attuale piazza Garibaldi. L’intitolazione di via XXII Luglio avvenne nel 1882, unendo le due strade San Quintino e San Cristoforo.