Sei in Parma

Mobilità

Fiab al Comune: «Le nostre idee per migliorare la rete delle ciclabili»

Fra le proposte collegamenti  con le frazioni e corsie dedicate alle bici per raggiungere le scuole

27 luglio 2020, 12:22

Fiab al Comune: «Le nostre idee per migliorare la rete delle ciclabili»

La Fiab (Federazione italiana ambiente e  bicicletta) annuncia che la bicicletta è stata dichiarata mezzo mondiale di spostamento. 
«Non ci volevano gli organismi internazionali - scrive in una nota la Fiab - per  dichiarare che la bicicletta è il mezzo di spostamento più ecologico, veloce, salutare e che ci aiuterà negli spostamenti post-covid e aiuterà a salvare il pianeta dall’inquinamento.  Come Fiab , questo lo abbiamo capito già 30 anni fa e i cittadini di Parma da sempre. Infatti, i cittadini d Parma amano la bicicletta e la usano per andare al lavoro, a scuola, a fare la spesa e per fare una sana attività fisica. Sicuramente i ciclisti sarebbero molti di più, soprattutto in questo periodo post-covid, e potrebbero essere ancora di più quando si riapriranno le scuole a settembre se la rete dei percorsi ciclabili cittadini fosse degna di questo nome».
«La realtà è che i cittadini-ciclisti affrontano tutti i giorni la frammentazione delle piste ciclabili, l’assenza di collegamenti, la difficoltà, il pericolo quasi costante nello spostarsi in bici, tranne qualche tratto. Andare in bici, a Parma, vuol dire dover tenere sempre gli occhi aperti, anche quando si transita su una pista ciclabile», prosegue Andrea Mozzarelli, presidente di Fiab Parma. Di qualche settimana fa è l’annuncio da parte del Comune  dell’incarico conferito ad un pool di esperti per la progettazione di interventi volti a migliorare la mobilità a due ruote.  «Ben vengano gli esperti- dice Mozzarelli  - ma i più navigati e consapevoli esperti sono i cittadini che affrontano ogni giorno il traffico. Ecco perché è necessario un tavolo che includa più contributi e si basi sull’esperienza diretta». Per questo  Fiab,  ha stilato un dossier che affronta criticità e propone soluzioni ad esigenze di mobilità irrisolte da anni.  

QUADRANTE SUD-EST 
Viene proposta la realizzazione di corsie ciclabili che permettano l’accesso in sicurezza alla scuola Albertelli con sensi unici in  via Casa Bianca verso via Zarotto, via Malaspina verso est. Inoltre serve una rete di corsie ciclabili per accederealla scuola Puccini, la messa in sicurezza e continuità del percorso S. Prospero-città, la  ciclo-pedonalizzazione di strada Bassa dei Folli, esclusi i  residenti, con ingresso al circolo di Mariano, solo da sud per collegare Porporano alla città.

QUADRANTE SUD-OVEST
Qui la Fiab chiede  una rete di corsie ciclabili di accesso alla scuolaSalvo D’Acquisto e al plesso scolastico di Corcagnano dalle frazioni di Vigatto e Carignano. Inoltre una pista ciclabile protetta da Vigatto-Alberi alla città, la sistemazione della pista ciclabile che da via Montanara passa a lato del Campus per arrivare a Gaione e proseguimento fattibile per San Ruffino e Carignano. Serve anche l'ultimo tratto (100 metri) della pista ciclabile verso il campus di via Cimabue con il quartiere Montanara, Viene auspicata la ciclo-pedonalizzazione di strada Farnese, eccetto residenti, a partire dal ristorante i Tri Sciochèt, per collegare Vigheffio e Collecchio alla città .

QUADRANTE NORD-OVEST
Qui viene chieste  una rete  di accesso alle scuole  di viale Maria Luigia-piazzalele Rondani,  una rete di corsie nel quartiere Pablo per l’accesso in sicurezza alla Racagni,  corsie ciclabili su strada nel quartiere Crocetta per l’accesso in sicurezza alla scuola Anna Frank, alla scuola Ferrari e alla Corazza/Bandiera,  Serve poi la messa in sicurezza dei ciclisti su via D’Azeglio con obbligo ai bus di mantenere le distanze dai ciclisti e un percorso  da Vicofertile alla città e la  risoluzione delle criticità della pista ciclabile dalla città a Baganzola. Si auspica poi la realizzazione di una pista ciclabile bidirezionale sul marciapiede esistente e scarsamente utilizzato che da via Reggio porta alla sede ex Amnu  di via Baganzola e, oltre, su strada protetto fino a Baganzola.

QUADRANTE NORD-EST
Qui serve una rete di corsie su strada per le scuole Toscanini e Michelie al complesso scolastico di di via Toscana. Inoltre viene chiesta la sistemazione e messa in sicurezza delle piste ciclabili  verso il  quartiere Spip e la Chiesi Farmaceutici e la sistemazione del sottopasso ferrovia costantemente infangato della pista ciclabile della Barilla a Pedrignano.
Mozzarelli conclude con l’auspicio che il Comune accetti la mano tesa della Fiab e dei cittadini di Parma e concretamente collabori e metta in campo rapidamente coraggiose scelte per favorire la bicicletta. r.c.