Sei in Parma

CORONAVIRUS

Bonaccini: "Rientro a scuola, decidono le regioni. Nella mia, rientriamo tutti il 14"

Non dò pagelle, ora non c'è spazio per divisioni e polemiche 

29 agosto 2020, 09:31

Bonaccini: "Rientro a scuola, decidono le regioni. Nella mia, rientriamo tutti il 14"

«Nella mia regione il 14 settembre si torna a scuola. Tutti. Gli ostacoli vanno rimossi e i problemi superati. Ma non mi permetto di entrare nelle decisioni di altri presidenti». Così il governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, numero uno della Conferenza delle Regioni, in un’intervista a QN in cui ricorda: «Il calendario, comprese apertura e chiusura, è competenza delle Regioni». 
Sul nodo trasporti, il 75% di capienza per i bus «si avvicina a quanto abbiamo indicato come Regioni, e cioè l’80%, sempre con l'obbligo della mascherina. Non dispero si possa arrivare proprio all’80%», dichiara Bonaccini. «Una cosa è certa: ogni soluzione è accettabile solo se permette di garantire il servizio. Per questo stiamo investendo risorse e coinvolgendo anche i privati per reperire tutti i mezzi disponibili». 
In merito agli eventuali ritardi del governo, «non mi interessa dare pagelle, servono soluzioni concrete per milioni di famiglie. Per questo stiamo cercando soluzioni anche per il pre e il post scuola, come abbiamo fatto per le mense e il tempo pieno. A due settimane dalla riapertura - sottolinea Bonaccini - non c'è più spazio per divisioni e polemiche. Questa discussione su Governo e Regioni sta diventando stucchevole».