Sei in Parma

GAZZETTA CLUB

Le meraviglie del Battistero illustrate in esclusiva agli abbonati

di Stefania Provinciali -

27 settembre 2020, 11:47

Le meraviglie del Battistero illustrate in esclusiva agli abbonati

Appuntamento in piazza Duomo, davanti al Battistero, per gli abbonati della Gazzetta che hanno partecipato ieri alla visita guidata al monumento antelamico ed al ciclo incompiuto dei mesi e delle stagioni, fruibili da vicino in occasione della mostra «Antelami a Parma. Il lavoro dell’uomo, il tempo della terra».
 L’iniziativa rientra tra le proposte culturali che la Gazzetta di Parma riserva ai suoi abbonati e che stanno riscontrando un grande successo. Tre i gruppi che nel corso della mattinata si sono alternati, guidati da Francesco Francesconi, storico dell’arte di ArcheoVea impresa culturale. È intervenuto per la Gazzetta di Parma il vice caporedattore Francesco Monaco che ha sottolineato il significato di offrire iniziative di questo tipo agli abbonati invitando i lettori a condividere le bellezze di Parma perché la promozione passa anche attraverso la città. Dopo il saluto di Sabrina Schianchi, responsabile marketing della Gazzetta, i presenti si sono subito ritrovati con il naso all’insù per ammirare quel monumento tra i più significativi del passaggio dal romanico al gotico, con la sua struttura ottagonale, in marmo rosa di Verona, ed i quattro ordini di logge ad aperture architravate. È la prima volta che Nicola Marchesi partecipa alle iniziative per gli abbonati «Una visita interessante- afferma- Ero entrato nel Battistero molto tempo fa ed ora rivederlo, illustrato nelle sue caratteristiche essenziali, mi fa riflettere sulle bellezze della città di cui spesso ci dimentichiamo. L’occasione poi di poter vedere i Mesi così da vicino è unica, sicuramente sono opere piene di fascino oltre che di significati». 
Anche per Silvano Milioli che ben conosce il Battistero è straordinario vedere i mesi così da vicino «È coinvolgente poterli ammirare nei particolari» aggiunge. «Molto interessanti le proposte culturali fatte agli abbonati e molto bravi tutti i relatori» aggiunge Anna Rabaglia «Tengo sempre d’ occhio le proposte che vengono presentate perché permettono di scoprire la propria città, con le sue bellezze, cosa che non sempre si fa». 
«Bravo il relatore che sa coinvolgere, illustrare e dare chicche in breve tempo, una emozione che ti permette di vedere particolari unici. È la prima volta che partecipo e mi auguro di poter esser presente ad altre iniziative» fa eco Silvia Poletti. La mattinata scorre per tutti veloce mentre il Battistero e i Mesi vengono indagati nelle forme e nei significati, ricchi di risvolti religiosi, economici, sociali e culturali.