Sei in Parma

comune e acer

Social housing: gli alloggi diventano anche luogo di relazioni. Tra studenti e anziani, ad esempio

13 ottobre 2020, 13:08

Social housing: gli alloggi diventano anche luogo di relazioni. Tra studenti e anziani, ad esempio

Edilizia sociale: Comune e Acer hanno fatto il punto degli investimenti dal 2012 ad oggi. Ci sono diversi progetti aperti e per il futuro le parole d’ordine sono rigenerazione, sostenibilità e inclusione.
In particolare i nuovi progetti di edilizia sociale puntano sull’idea di Social Housing, cioè non solo di fornire alloggi a chi non ha una casa ma anche curare le relazioni sociali. Ad esempio, “mischiando” studenti universitari e anziani e garantendo la presenza di associazioni di volontariato e servizi per le persone. “Casa dei Mille”, fabbricato Erp in viale dei Mille, è il prossimo progetto che sarà realizzato. A breve si procederà con l’appalto. 

Il percorso di housing sociale denominato “Casa dei Mille”, relativo al fabbricato ERP in Parma - Viale dei Mille n. 60/78, prevede una riqualificazione globale di tutto l’edificio, consentendo di ottenere un rilevante incremento di alloggi che passano dai precedenti 10 a 16 mediante un intervento di restauro e risanamento conservativo e di riuso funzionale. Nel mese di settembre, Acer ha concluso le procedure di appalto, finanziato per € 2.100.000 da Cassa Depositi e Prestiti e co-finanziato per € 400.000 con risorse proprie, come previsto nel Contratto di rigenerazione urbana sottoscritto dal Comune con la Regione Emilia Romagna. 

 Mosaico Abitativo Solidale 25MAS  

Il progetto prevede la completa riqualificazione della Residenza XXV Aprile, struttura ad uso centro servizi assistenziali, con la realizzazione di 60 alloggi ERP e ERS con servizi assistenziali, inclusi nuovi alloggi per studenti, in un quadro di rigenerazione urbana del comparto Villa Parma. Il progetto è stato presentato in collaborazione con Parma Infrastrutture Spa nell’ambito del Bando regionale PIERS per un costo complessivo intervento € 8.200.000 ed è stato inserito in graduatoria in attesa di un co-finanziamento di € 5.500.000.