Sei in Parma

CONSIGLIO COMUNALE

Presentato il bilancio preventivo. In calo le multe da 19,5 a 14,5 milioni

Palapifferi, divampa la polemica

21 dicembre 2020, 17:12

Presentato il bilancio preventivo. In calo le multe da 19,5 a 14,5 milioni

L'assessore Ferretti ha presentato in consiglio il bilancio preventivo 2021/2023 del Comune che sarà discusso nella seduta di mercoledì. Il bilancio, che risente di un 2020 totalmente anomalo a causa del COVID, prevede entrate per 636 milioni di euro e 255 milioni di spesa corrente e 155 milioni di entrate derivanti da tasse tributi vari.

Fra i dati più salienti, in recupero evasione Imu da 9 milioni di euro, aumentato del 160% rispetto al 2020, una diminuzione da 19,5 a 14,5 milioni di euro delle entrate da multe e 207 milioni di investimenti nel triennio 2021/23, di cui 66 nel 2021. Il debito previsto è di 310mln, di cui 116 del Comune e il resto delle partecipate.

Ferretti ha sottolineato che “ora però a differenza della situazione disastrosa del 2012 e nonostante i negazionisti del debito,  i conti Comunali sono sotto controllo e proprio grazie alla nostra messa in sicurezza abbiamo potuto affrontare con tranquillità la tempesta del COVID”.

Il sindaco Pizzarotti ha parlato di una sfida non facile che affrontiamo però a testa alta con un bilancio rivolto a tutta la città e non a interessi particolari e continueremo con la politica dei sostegni alle categorie economiche e ai cittadini colpiti dalle conseguenze del Covid  


‌‌Il parcheggio della stazione è stato riaperto oggi alle 13 dopo 2 giorni e la chiusura non era dovuta a motivi di ordine pubblico. Lo ha detto l'assessore Ferretti replicando a un'interrogazione di Occhi (Lega) che lamentava l'incapacità del Comune di garantire fin  dall'apertura la sicurezza in quel parcheggio.

 E anche dopo l'annuncio della riapertura ha parlato di situazione grave di cui il Comune è responsabile almeno quanto il gestore.


Palapifferi La demolizione e lo sgombero del Palapifferi hanno acceso il dibattito in consiglio comunale. Giuseppe Massari (Pp) ha affermato di essersi sentito preso in giro per la richiesta di rinvio di una sua interrogazione sull'abuso risalente a fine novembre “per poi assistere a una spettacolarizzazione a uso e consumo di assessori e Giunta senza aver dato risposte concrete alla collocazione dei senzatetto che si trovavano li”.

Pesanti critiche anche da Roberti (Misto)  che ha parlato di “spettacolo indegno” fornito dal Comune senza risolvere i problemi degli occupanti. E il 29 dicembre saranno sfrattati 14 extracomunitari ospiti di una struttura di Borgo del Naviglio senza ricollocarli in alcun modo”. Critico sulle modalità anche Lavagetto (Pd) mentre l'assessore Rossi ha replicato che ci sono 15 persone ospitate in dormitorio di cui 8 regolarmente dotate di permesso di soggiorno di Parma, mentre altre 7 presentano documenti scaduti anche da diversi anni e stiamo studiando le singole situazioni”


Cerimonia per Dalla Chiesa  È grave è spiacevole che il Comune non abbia invitato i parlamentari di Parma alla cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria al generale Carlo Alberto dalla Chiesa, iniziativa del tutto condivisibile è arrivata grazie alla richiesta di Pino Agnetti. Lo ha detto Laura Cavandoli, consigliera e deputata della Lega, sottolineando anche il poco spazio dato ai consiglieri comunali che da casa non hanno neppure avuto la possibilità di seguire il video della seduta del consiglio comunale di cui avrebbero dovuto essere protagonisti e si sono ritrovati a essere comprimari.

Il presidente Tassi Carboni ha annunciato che non avrebbe replicato per non creare polemiche su un evento che deve vedere unità della città.


Fognano: asilo nel 2022 “La scuola materna nell'ex podere Agazzi di Fognano da noi promessa nel 2016 si farà. Nel bilancio di previsione sono stati inseriti 2 mln e 420mila euro di mutuo che consentiranno di avviare il cantiere nel 2022. Una volta completata verranno trasferite lì anche le sezioni oggi ospitate nell'edificio della scuola elementare del quartiere”. Lo ha detto lassessore Alinovi rispondendo a un'interrogazione di Jacopozzi (Pd) sulla vicenda.

Alinovi ha spiegato che il forte ritardo rispetto alle promesse è stato dovuto al fatto che era andato deserto il bando per la ricerca di un gestore/costruttore della struttura con la formula del leasing in costruendo. Da qui la necessità di attendere la possibilità di fare un mutuo e cambiare la scelta iniziale


Tangenziale La gestione della manutenzione di tutto l'anello della tangenziale di Parma, oggi divisa fra comune e Anas, passerà nel 2021 tutta all'azienda statale delle strade, compresi gli svincoli di ingresso e uscita.  Lo ha annunciato l'assessore Alinovi in consiglio rispondendo a Luni Colla (Lega) che chiedeva i motivi dei problemi sullo sgombero neve il 2 dicembre scorso in tangenziale che l'assessore ha affermato essere di competenza Anas.


Chiosco Cittadella Quando nel 2017 è stato fatto il bando per l'assegnazione dei chioschi nelle aree pubbliche , per quello della Cittadella, di cui è assegnatario Bruno Gemmi, è stata fatta una determina dirigenziale successiva che assegnava lo spazio  per un solo anno alla luce del Progetto di  ristrutturazione del parco in previsione. Di conseguenza al chiosco non è stato proposto un contratto di  affitto in quanto la superficie oggi è occupata “sine titulo” dal chiosco, che peraltro è in regola col pagamento di tutti i tributi dovuti al Comune”. Lo ha detto il vicesindaco Bosi  rispondendo a un'interrogazione di Colla (Lega) che chiedeva il motivo per cui al chiosco della Cittadella non era stato sottoposto il contratto di affitto dopo la concessione dell'area. Sempre sulla Cittadella, Massari (Pd) ha ricordato che sono state consegnate 3256 firme al Comune sotto una petizione predisposta dal comitato “La Cittadella Futura” in cui si chiede di fermare il progetto di restyling facendo manutenzione accurata e garantendo che non venga attrezzato il parco come area spettacoli.