Sei in Parma

TURISMO

Guastalla e i Castelli del Ducato: dopo 207 anni si torna "turisticamente" al Trattato di Fontainebleau

16 gennaio 2021, 09:22

Guastalla e i Castelli del Ducato: dopo 207 anni si torna "turisticamente" al Trattato di Fontainebleau

La storia prende spunto dal Trattato di Fontainebleau, l'11 aprile 1814, ratificato dal Congresso di Vienna nel 1815, proprio da una donna, Maria Luisa d'Asburgo-Lorena, conosciuta in Emilia Romagna come l'imperatrice Maria Luigia d'Austria, già moglie di Napoleone Bonaparte, duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla. Ora, 207 anni dopo, quel Ducato rinasce sotto il profilo turistico-culturale-enogastronomico grazie all'ingresso del Comune di Guastalla - strategico centro nel territorio di Reggio Emilia guidato dalla sindaca Camilla Verona - a pieno titolo come sostenitore nel circuito dei «Castelli del Ducato».
Si chiude il cerchio, anzi si apre una nuova e più ampia visione di progetto territoriale, con l'effettiva rinascita del Ducato di Parma, Piacenza, Pontremoli e Guastalla con itinerari verso Reggio Emilia, la Lunigiana e la Lombardia. Il Ducato con futuri stati annessi vide l'ingresso di Pontremoli, con uno scambio proprio con Guastalla, quando alla morte di Maria Luigia i Borbone rinegoziarono alcune porzioni territoriali.

A fine 2020, in tempo di pandemia, è un gruppo di persone – dopo una serie di incontri per conoscersi e individuare insieme obiettivi propositivi – ad aver lavorato per questa alleanza: il presidente Orazio Zanardi Landi, il principe Corrado Gonzaga del Vodice di Vescovato, il direttore Maurizio Pavesi con lo staff Castelli del Ducato Francesca Maffini e Antonella Fava, la sindaca Camilla Verona con l'assessore Ivano Pavesi e il dirigente Fiorello Tagliavini.

Ed è ancora una volta la storia ad andare di pari passo con un'idea di turismo-culturale: perché è anche grazie a un discendente di Ferrante I Gonzaga – di cui spicca la statua in piazza a Guastalla – se si riallaccia l'antico filo tra Guastalla, le terre gonzaghesche del Po con i Castelli del Ducato e poi su fin verso Piacenza dove si trova la dimora del principe Corrado Gonzaga, il castello e la rocca di Agazzano in val Luretta. Dopo il castello di Bianello a Quattro Castella, la torre di Rossenella nel Comune di Canossa, il castello di Sarzano a Casina, la rocca dei Boiardo a Scandiano, palazzo Ducale di Guastalla è il quarto monumento reggiano a entrare ufficialmente nel website www.castellidelducato.it.