Sei in Parma

giochi pericolosi

Ragazzi rischiano la vita saltando sui tetti di un edificio pericolante al Molinetto - Video

27 febbraio 2021, 14:31

Piccole sagome saltellanti a un passo dal vuoto. Acrobati incoscienti che si muovono su di uno scheletro abbandonato, a decine di metri da terra: salti pericolosissimi e “numeri” sulle due ruote, per non farsi mancare nulla. Uno “spettacolo” insensato che si ripete abbastanza di frequente davanti agli occhi di chi frequenta il parco “Gino Cervi”, fra via Tognazzi e via Fellini, zona Molinetto.

 

Nell’edificio abbandonato e pericolante, che un tempo era un mulino, in via Martiri della Liberazione (poco oltre i binari della linea ferroviaria), gruppetti di giovani continuano a ritrovarsi, salendo fino in cima e rischiando la vita lanciandosi da un tetto all’altro. Addirittura, inforcano la bici che hanno con impegno portato su dalle scale e si muovono pedalando: da non credere, eppure è una situazione che si ripete da anni. Ragazzini che si dedicano al “parkour” o che semplicemente decidono di salire lassù per combattere la noia nel peggior modo possibile, rischiando la vita. La “Gazzetta” aveva già denunciato la situazione nel 2017 e poi nel 2018, ricordando che nel giugno del 2015, in un'altra area dismessa di via Genova, morì un diciassettenne. Era salito sul tetto di un capannone a dieci metri dal suolo, quando il tetto aveva ceduto e non c’era stato nulla da fare.

Sembra assurdo, ma la situazione nell’ex mulino di via Martiri della Liberazione non è ancora stata risolta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA