Sei in Parma

cgil

Ricordati Alberti e Filippelli nel 71esimo anniversario dell'eccidio - Foto

22 marzo 2021, 11:36

Chiudi
PrevNext
1 di 4

Anche se siamo in zona rossa, sia pure in forma ridotta e senza pubblico, la CGIL di Parma non ha rinunciato a ricordare il sacrificio di due operai, Attila Alberti e Luciano Filippelli, vittime delle repressione della polizia di Scelba, dinanzi alla lapide loro dedicata all'angolo fra strada della Repubblica e borgo Sant'Ambrogio, luogo dove 71 anni fa, il 22 marzo 1950, furono il primo colpito a morte da una scarica di mitraglia e l'altro selvaggiamente picchiato, arrestato e ricoverato in ospedale dove morì qualche giorno dopo.

La loro unica colpa era di protestare per chiedere il diritto al lavoro.

Dopo la posa di una sobria corona d'alloro davanti alla lapide, il presidente del Consiglio Comunale Alessandro Tassi Carboni, il responsabile della storia e memoria della CGIL e Andrea Rizzi e la segretaria confederale Elisa Camellini  hanno rievocato il gravissimo fatto di sangue, che suscitò emozione in tutta Italia e l'attualità di una battaglia, quella per il diritto ad un lavoro riconosciuto e giustamente remunerato, ancora di attualità al giorno d'oggi, come dimostra - hanno sottolineato - la protesta dei lavoratori di Amazon in corso oggi in tutte le sedi internazionali. (a.b.)