Sei in Parma

municipio

Nuovo Tardini e ingiunzioni Imu ingiustificate al centro del dibattito in consiglio comunale

29 marzo 2021, 15:28

Nuovo Tardini e ingiunzioni Imu ingiustificate al centro del dibattito in consiglio comunale

Nel consiglio comunale di oggi si parla del nuovo progetto del Tardini con due mozioni e delle ingiunzioni Imu inviate a 400 cittadini dal Comune e in gran parte ingiustificate.


Imu, interviene ‌Emiliano Occhi (Lega): “In riferimento alle parole dell'assessore per cui bisognerà valutare parallelamente la situazione che si è creata con gli accertamenti esecutivi IMU e l'esistenza di Pge, mi pare evidente dover sottolineare che prima sarà necessario valutare non solo il volume di atti non corretti che complessivamente sono stati emessi ma anche se la volontà di procedere ad un'emissione massiva derivi dalla volontà della società e dal diretto operato dei suoi dipendenti o invece dipenda da una decisione esclusiva dei vertici e del socio privato e poi politica.  In tal caso sarebbe scorretto incolpare PGE nella sua dimensione operativa  soprattutto se dovesse risultare che il Comune o gli amministratori dallo stesso nominati fossero stati avvisati del fatto che tale modalità non fosse corretta e avrebbe potuto generare problemi di questo tipo, oltre che non essere consona agli standard operativi della società che ricordiamo essere partecipata da un ente pubblico.

‌“Non cè nessun intento vessatorio Verdi i contribuenti con l'invio delle cartelle Imu ma l'intento di regolarizzare tutte le posizioni, tanto che è stata offerta ai cittadini la possibilità di chiarire eventuali errori  in modo semplificato creando una sezione apposita del siti del comune “. Così ha risposto l'assessore Ferretti alle critiche di Occhi, Lavagetto e Pezzuto sull'invio di migliaia di cartelle esecutive ai cittadini relative all'Imu  2015.

Sempre oggi è stato approvato dalla sola maggioranza il nuovo regolamento per la gestione dei tributi, vista la scadenza del contratto con Parma gestione entrate  che prevede la possibilità (avversata dalle minoranze) di proseguire con una gestione esterna, ma anche di un ritorno a una gestione tutta interna oppure divisa fra Comune e società private.


“ Fra pochi giorni sarà disponibile la prima bozza di progetto del nuovo Tardini che pero non sarà il deposito ufficiale. E la scuola Puccini Pezzani resterà dovè e non sarà demolita perché non entra nel progetto  del nuovo stadio . E chi dice il contrario afferma il falso”. Lo ha detto il vicesindaco Bosi durante la discussione di due mozioni sul Tardini in corso in consiglio comunale.  Giuseppe Massari e Roberti hanno manifestato la contrarietà all'inserimento di funzioni commerciali nel Tardini  

 


Posticipo a ottobre del pagamento dell'imposta di soggiorno del primo trimestre 2021 e al 15 gennaio 2022 degli altri tre trimestri alla luce dei problemi dovuti al Covid : è la scelta fatta dal Comune e approvata  dal consiglio col voto anche delle minoranze


Giuseppe Massari (Parma protagonista) ha posto il problema della sicurezza per i pedoni nel primo tratto di via Tronchi a Vigheffio a causa della mancanza di marciapiedi e ha chiesto al Comunedi intervenire. L’assessore Benassi ha risposto che sono previsti interventi futuri per zona 30 e sistemazioni varie ma Massari si è detto insoddisfatto in quanto si tratta di un intervento eseguibile in tempi brevi. Sempre l’assessore  Benassi  ha invece annunciato, su richiesta di Campanini ( Pd) che , Covid permettendo, in autunno o comunque entro fine 2021 c’è in programma l’avvio di visite guidate e di istruzione per studenti nella condotta dell’acquedotto Farnesiano  sotto via Farini sino alla Feltrinelli la cui sistemazione a cura di Ireti è in via di completamento. Infine Alinovi ha annunciato, su richiesta di Bonetti (Pd) che negli ultimi anni sono stati piantumati 3.200 nuovi alberi in città, mentre per il nuovo elettrodotto a Pannocchia sono stati abbattuti  38 alberi invece dei 60 richiesti da Terna e sono un corso trattative per ottenere un risarcimento (non dovuto per legge) in modo da poter ripiantare nuove piante in autunno.  Sempre Alinovi ha detto che nel comune di Parma sono stati censiti 45mila alberi e entro fine 2021 sarà pronto il Piano del verde per la programmazione futura degli interventi sul verde pubblico.


Laura Cavandoli ( Lega) ha chiesto che, alla luce delle problematiche di posti nel parcheggio e gestione delle file emerse al punto vaccinale del PalaPonti di Moletolo, anche se non ancora a pieno regime,  il Comune si faccia promotore presso Ausl e Regione della necessità di un nuovo punto vaccinale in città alla luce del previsto aumento del numero delle vaccinazioni previsto per le prossime settimane. Sulla stessa questione Salzano (Effetto Parma) ha chiesto che si informino i cittadini della necessità di arrivare negli orari corretti al PalaPonti e con il modulo di consenso già compilato per velocizzare i tempi e ridurre le difficoltà.


Roberto Bozzani (Effetto Parma), prendendo spunto dall'incidente in cui ha purtroppo perso la vita nei giorni scorsi la giovane donna parmigiana  Sophia Bolsi sullA1 a Terre di Canossa, ha detto che “si deve richiedere alla società Autostrade di portare avanti il progetto della quarta corsia nel tratto fra Parma e Modena , visto lelevato traffico sempre presente anche di Tir nel tratto e i frequenti incidenti anche mortali che si sono purtroppo verificati fra Parma e Reggio Emilia”. Bozzani ha anche aggiunto che “la statale via Emilia fra Parma e Reggio Emilia  è di fatto impercorribile e richiede quasi unora per fare 30 chilometri e dunque lA1 diventa quasi un obbligo per avere tempi ragionevoli di viaggio”.  


“Il Comune deve chiedere allAusl spiegazioni su quanto avvenuto nei giorni scorsi alla Clinica Città di Parma”, dove un focolaio ha portato al contagio di numerosi pazienti, ma anche di 4 operatori che dovrebbero già essere stati coperti dal vaccino”.  È la richiesta fatta ieri in consiglio comunale da Lorenzo Lavagetto, capogruppo del Pd

 


“Nei giorni scorsi il prato di Piazza della Pace, risistemato  pochi mesi fa, è stato ridotto a una palude dal malfunzionamento dell'impianto di irrigazione. È l'indice di un'incuria diffusa nell'area della piazza che l'ha portato a diventare un centro di spaccio e di ritrovo di baby gang. Sarebbe opportuno evitare almeno problemi di questo tipo riconducibili solo a pura disattenzione”. Così Paolo Azzali (Lega)  si è espresso in consiglio comunale


Più di 1000 firme raccolte a Parma per la legge popolare contro propaganda nazifascista 

Intervento del consigliere Giuseppe Massari sulla campagna raccolta firme per la legge iniziativa popolare denominata “ Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti al fascismo e al nazismo e la vendita di oggetti con simboli nazifascisti”

"E' con immensa soddisfazione che comunico a questo consiglio comunale che si conclude domani la campagna di raccolta firme per la legge di iniziativa popolare denominata “ Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti al fascismo e al nazismo e la vendita di oggetti con simboli nazifascisti” .

A livello nazionale la proposta ha raccolto ben oltre le 50000 firme previste , a livello cittadino e provinciale sensibilmente ben oltre le 1000 firme con risultati di rilievo a Parma, ma anche Fidenza , Salsomaggiore , Collecchio .

Con questa mia comunicazione volevo ringraziare i consiglieri comunali che si sono prestati ad autenticare le firme, gli uffici comunali, come quello di Parma , e di altri comuni della provincia per la profonda collaborazione.

Di concerto con il presidente Tassi Carboni è mia intenzione proporre prossimamente il gemellaggio o il patto di amicizia tra il comune di Parma, che è stato insignito della medaglia d’oro al valor militare per il contributo fornito per la guerra di liberazione, con il comune di S.Anna per riaffermare la vicinanza del nostro comune ad una comunità che ha subito uno dei più atroci crimini commessi ai danni delle popolazioni civili nel agosto del 1944 .