Sei in Parma

CONSIGLIO COMUNALE

Rossi: "Caso Svoltare, non ci sono servizi sospesi"

Benassi: "L'antenna telefonica di via Prato Spilla sarà alta 36 metri". Il comandante della polizia municipale ha partecipato al concorso a Modena

19 aprile 2021, 15:53

Rossi: "Caso Svoltare, non ci sono servizi sospesi"

Il consiglio comunale ora in corso in modalità online torna ad occuparsi del caso Svoltare. "Non ci sono servizi sospesi e non c'è nessun rischio imminente di persone in strada"  assicura l'assessore al Welfare Laura Rossi rispondendo ad un'interrogazione di Caterina Bonetti (Pd) preoccupata sul futuro delle circa 500 seguite dalla cooperativa.

"I servizi attivi con il Comune sono proseguiti", aggiunge Rossi, leggendo poi una lettera della prefettura che conferma la prosecuzione dei servizi in essere per l'accoglienza dei richiedenti protezione internazionale.

Sempre l'assessore Rossi ha rilasciato una dura replica alla consigliera Daria Jacopozzi (Pd) sul futuro di 4-5 Oss di Asp Ad Personam in esubero. "Non facciamo del moralismo, si tratta di personale fuori ruolo che non ha lavorato nei reparti durante la pandemia", ha affermato l'assessore Rossi.

L'antenna per la telefonia mobile che verrà montata in via Prato Spilla, nel quartiere San Lazzaro, dopo quelle dei residenti, scatena anche le proteste del consigliere Giuseppe Massari (Parma protagonista). "L'antenna si trova a meno di cinquanta metri da due condomini. In questo caso il Ccv San Lazzaro sarà consultato solo dopo l'installazione. Ritengo che un'informazione preventiva sarebbe stata auspicabile per evitare allarmismi".

L'assessore all'Ambiente, Tiziana Benassi, ha spiegato che l'antenna Wind-3, tecnologia 4D, sarà alta complessivamente 36 metri. "L'impianto ha ottenuto il parere favorevole di Arpae e Ausl". Sulla necessità di aggiornare il regolamento sulle telecomunicazioni, l'assessore poi ha aggiunto: "Come Comune vorremmo incidere di più sul tema monitoraggi e controlli".

In tutto il territorio comunale ci sono 461 telecamere di videosorveglianza. "Nel 2012 erano  circa 200", ha  ricordato l'assessore alla Sicurezza Cristiano Casa, rispondendo ad un'interrogazione di Emiliano Occhi (Lega). "Dal 2012 abbiamo speso 500mila euro per la videosorveglianza" ha aggiunto Casa.

Posto in bilico per il comandante della polizia locale. Roberto Riva Cambrino, potrebbe diventare il nuovo comandante della polizia locale di Modena. Quel che è certo è che Riva Cambrino ha partecipato al bando di selezione avviato a gennaio dall'amministrazione comunale modenese. Al momento non è ancora stata stilata la graduatoria finale.