Sei in Parma

viale piacenza

Insegue una 16enne in bici, l'aggredisce e la palpeggia: arrestato per violenza sessuale

21 aprile 2021, 13:10

Insegue una 16enne in bici, l'aggredisce e la palpeggia: arrestato per violenza sessuale

Ieri sera le Volanti della Polizia di Stato sono intervenute in viale Piacenza per la segnalazione di una ragazza vittima di aggressione da parte di un uomo.

L'equipaggio della Volante, giunto sul posto, ha individuato una ragazza minorenne  in lacrime e visibilmente scossa. Ha raccontato agli Agenti della Polizia di Stato di essere stata aggredita poco prima da un uomo. Dopo essersi assicurati che la giovane non necessitasse di cure mediche, i poliziotti hanno iniziato a chiedere dettagli e informazioni su quanto accaduto. E in particolare in base alla ricostruzione dei fatti si è appreso che la 16enne, mentre si trovava in compagnia di una sua amica, si è resa conto di essere seguita da un uomo a bordo di una bici.

Dopo averle inseguite con la bicicletta, è riuscito a raggiungere una delle due ragazze e ad aggredirla palpeggiandola. Temendo per la sua incolumità, la giovane ha avuto la lucidità di attivare la videocamera del suo cellulare riuscendo a riprendere brevemente l’aggressore, dopo essere stata strattonata e afferrata con violenza. Grazie alla presenza di alcuni residenti affacciati alle finestre dei palazzi, attirati dalle urla della giovane, l'uomo ha mollato la presa e, dopo essersi messo in sella alla sua bici, è fuggito.

Dopo aver visionato il video ripreso con il cellulare, sono immediatamente scattate le ricerche dell’uomo. La sala Operativa del 113 ha pertanto diramato via radio a tutte le Volanti la descrizione fisica dell’uomo, l’abbigliamento e le caratteristiche della bicicletta.

Grazie alle indicazioni fornite, è stato individuato poco dopo. L’aggressore, un 30enne originario della Costa D’Avorio, è stato arrestato per violenza sessuale ai danni di persona minorenne. Dell’ arresto è stata data immediata notizia all’Autorità Giudiziaria che ha disposto che l’uomo venisse trattenuto nelle celle di sicurezza della Questura in attesa dell’udienza di convalida.