Sei in Parma

CONSIGLIO COMUNALE

Scuola nel parco in via Zarotto: sì unanime del Consiglio

In via Manara, nuovo centro di raccolta rifiuti. Nuova sede della Biblioteca di Alice, i lavori partiranno in estate. 

03 maggio 2021, 15:52

Scuola nel parco in via Zarotto: sì unanime del Consiglio

Accade poche volte, ma in questo caso la variante urbanistica che consentirà di realizzare la nuova scuola nel parco nell’ex area militare del Castelletto in via Zarotto ha ottenuto un vero e proprio plebiscito: 32 si sui 32 consiglieri presenti, in pratica quasi tutti, visto che a votare sono 33. Questo consentirà al Comune di procedere con la gara d’appalto da 10 milioni di euro che sarà preceduta, come ha ricordato l’assessore Alinovi, da un appalto a parte per l’analisi e l’eventuale bonifica dei suoli

Il Comune sta valutando la possibilità di installare autovelox su via Montanara prima e dopo Gaione. Inoltre, dopo le proteste evidenziate dalla Gazzetta, è stato attivato l’iter per un progetto di sostituzione dei 64 punti luce della pista ciclabile che collega la frazione alla città oggi in gran parte spenti da tempo. Questo a causa di vandalismi facilitati dal fatto che i lampioni sono a poca altezza. Niente da fare per l’area gioco bimbi. Essendo di proprietà privata il Comune non può intervenire con aiuti ma non è prevista neppure la realizzazione di un’area pubblica di questo tipo. A sollevare il problema un’interrogazione di Campanini (Pd), cui hanno risposto gli assessori Benassi, Alinovi e Paci. 

Il Comune inoltre ha intimato all’impresa attuatrice di una vicina urbanizzazione di riasfaltare al più presto il tratto di via Langhirano di fronte alla Scuola Europea, da tempo in pessime condizioni e che era stata segnalata dalla "Gazzetta” in seguito alle proteste dei residenti della zona. Lo ha detto l’assessore Alinovi rispondendo a un’interrogazione di Massari (Parma protagonista). 
 

 

 

Iren realizzerà entro un anno il quinto centro raccolta rifiuti della città in via Manara, una  laterale di via Spezia. Il via libera all’impianto è arrivato però con i soli voti di Effetto Parma. Parma protagonista e la Roberti hanno votato contro perché il centro sorgerà su un campo verde finora non urbanizzato mentre si sono astenuti Freddi (Misto), Lega, Pd e Parma unita per perplessità sulla viabilità esistente. L’assessore Benassi ha però detto che dovrebbe essere allargato il tratto di via Manara oggi più stretto e rivisto anche il sistema dei sensi unici. 

Le tartarughe portate a Biella dalle vasche del parco ex Eridania non torneranno a Parma, ma saranno ricollocate in un’oasi naturalistica regionale che sarà decisa dalla Regione. Lo ha detto l’assessore Paci in risposta a un’interrogazione di Roberta Roberti (Misto) dicendo che per il futuro ulteriori spostamenti delle tartarughe dagli specchi d’acqua comunali verranno concordati con corpo forestale e associazioni per migliorare le procedure. 

I lavori per  la nuova sede della Biblioteca di Alice partiranno in estate a quasi 10 anni dal trasloco forzato alle serre del Parco Ducale per l’inagibilita della vecchia scuola Racagni.  Lo ha detto l’assessore Alinovi in risposta alla consigliera Roberti (Misto) sulla vicenda. L’appalto è stato assegnato a un’impresa altoatesina specializzata in costruzioni in legno che sta redigendo  il progetto definitivo .  La nuova sede dovrebbe essere pronta (ma i tempi non sono ancora  definiti) nel 2022 e così la biblioteca Alice tornerebbe nel Pablo a distanza di 11 anni mentre le Serre del Parco Ducale verranno riutilizzate per altri usi ancora da definire