Sei in Parma

coronavirus

Un morto a Parma, ma 5 nuovi positivi e un altro calo di pazienti in terapia intensiva: 6

04 giugno 2021, 16:19

Un morto a Parma, ma 5 nuovi positivi e un altro calo di pazienti in terapia intensiva: 6

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 384.514 casi di positività, 150 in più rispetto a ieri, su un totale di 19.498 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 0,7%.

 

Per tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 2.783.145 dosi; sul totale, 1.023.010 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 41 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 62 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 86 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,3 anni.

Sui 41 asintomatici, 33 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 3 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 con gli screening sierologici, 1 tramite i test pre-ricovero. Per 2 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 40 nuovi casi e Modena con 36; poi Forlì (15), Reggio Emilia (12), Rimini (11), Ravenna e Cesena (entrambe 10); seguono Parma e Ferrara (entrambe 5), quindiPiacenza (3) e, sempre con 3 nuovi casi, il Circondario Imolese.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 9.620 tamponi molecolari, per un totale di 4.803.703. A questi si aggiungono anche 9.878 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.118 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 359.102.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 12.214 (-973 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 11.688 (-938), il 95,7% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano cinque nuovi decessi: 1 a Parma (un uomo di 90 anni), 3 a Bologna (una donna di 87 anni, il cui decesso è stato registrato dall’Ausl di Imola, e altre due donne di 89 e 96 anni), 1 a Ferrara (un uomo di 59 anni).

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 13.198.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 78 (-10 rispetto a ieri), 448 quelli negli altri reparti Covid (-25).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 6 a Parma (-1), 9 a Reggio Emilia (invariato), 16 a Modena (-1), 26 a Bologna (-6), 3 a Imola (invariato), 4 a Ferrara (-1), 1 a Ravenna (invariato), 1 a Forlì (invariato), 3 a Cesena (invariato) e 5 a Rimini (-1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 23.539 a Piacenza (+3 rispetto a ieri, tutti sintomatici), 28.189 a Parma (+5, di cui 4 sintomatici), 46.772 a Reggio Emilia (+12, di cui 11 sintomatici), 65.398 a Modena (+36, di cui 29 sintomatici), 82.037 a Bologna (+40, di cui 32 sintomatici), 12.588 casi a Imola (+3, di cui 1 sintomatico), 23.102 a Ferrara (+5, di cui 2 sintomatici), 30.358 a Ravenna (+10, di cui 7 sintomatici), 16.949 a Forlì (+15, di cui 11 sintomatici), 19.465 a Cesena (+10, di cui 7 sintomatici) e 36.117  a Rimini (+11, di cui 2 sintomatici).

L'Emilia Romagna dovrà aspettare una settimana per la zona bianca

L’Emilia-Romagna dovrà probabilmente attendere ancora un settimana per entrare in zona bianca. Come previsto, non fa parte del gruppo di regioni che già da lunedì possono allentare le restrizioni, ma se i dati si confermeranno in linea con quelli delle ultime settimane, venerdì prossimo l’ordinanza del ministero della Salute dovrebbe includere anche l’Emilia-Romagna. 
L’incidenza, infatti, si confermerà anche per questa settimana al di sotto dei 50 casi per 100mila abitanti. I numeri delle ultime 24 ore consolidano questo trend: si sono infatti registrati 150 nuovi positivi, 41 dei quali asintomatici, individuati sulla base di 19.498 tamponi, fra molecolari e antigenici. L’età media dei nuovi positivi è di 37,3 anni. 
Ma anche gli altri indicatori della curva del contagio sono in calo: i casi attivi scendono ancora e raggiungono quota 12.214, il 95,7% dei quali in isolamento domiciliare. Calano anche i ricoverati: i pazienti in terapia intensiva sono dieci in meno di ieri (78 in tutto), mentre quelli negli altri reparti Covid sono 448, 25 in meno. Le nuove vittime sono cinque. Si tratta di un uomo di 59 anni di Ferrara, uno di 90 a Parma, due donne di 89 e 96 anni a Bologna e una di 87 nell’Imolese. 
Con le prenotazioni estese anche ai 40enni, che dalla prossima settimana si amplieranno progressivamente anche alle fasce d’età più giovani, la campagna vaccinale sta avendo una decisa accelerazione. Oggi, alle 18, sono state somministrate 37.296 dosi, che portano il totale quasi a 2,8 milioni. Il 23% della popolazione (1,026.885 persone, in gran parte sanitari e anziani) hanno completato il ciclo, mentre la percentuale di chi ha già ricevuto almeno una dose si aggira ormai attorno al 40%. 
A contribuire alla copertura vaccinale saranno anche gli open day: già per questo fine settimana ne sono stati organizzati alcuni in varie parti della regione. Dopo il caos della fiera di Bologna di mercoledì scorso, però, per accedervi bisognerà comunque fare una prenotazione.