Sei in Parma

Consiglio comunale

Spostamento dei campi da basket in Cittadella, "Comune avanti senza indugi"

13 settembre 2021, 16:29

Spostamento dei campi da basket in Cittadella, "Comune avanti senza indugi"

Il Comune andrà avanti senza indugi nel progetto di spostamento dei campi da basket della Cittadella. Lo ha detto l’assessore Alinovi rispondendo a Roberti (Misto) che esprimeva dubbi sulla necessità dell’intervento con problemi legati al probabile ritrovamento di reperti archeologici nei terreni sottostanti sia agli attuali campi che al nuovo luogo a fianco dell’ingresso di via Pizzi dove dovrebbero essere collocati. Roberti ha chiesto anche che vengano considerati interventi di controllo sullo stato delle mura.

Laura Cavandoli (Lega) è intervenuta oggi sul tema della sicurezza in Cittadella prendendo spunto dall’articolo comparso sulla Gazzetta. “La Cittadella - ha detto la consigliera leghista - è forse il parco cittadino più amato dai parmigiani. Il buon senso suggerirebbe ad un’amministrazione accorta, di tenerla sempre pulita, sicura e sempre più fruibile.

Una cosa facile, facile, che richiederebbe solo un po’ di attenzione, impegno e pianificazione. Invece, contro di essa sembra esserci un accanimento incomprensibile: da una parte la si lascia inghiottire dal degrado (come accade ormai in ampie zone della città), dall’altra la si vuole stravolgere con un progetto che ne snatura aspetto e funzioni. L’incuria e l’assenza di manutenzioni ci vengono costantemente segnalate dai cittadini che lamentano palizzate e balaustre pericolanti e pericolose, panchine rotte, giochi inutilizzabili.

Da luglio l’amministrazione comunale ha deciso di tenere aperto il parco anche alla sera fino a mezzanotte per 4 sere alla settimana da giovedì a domenica, solo ed esclusivamente per favorire le iniziative de Lo Stello senza sentire i frequentatori del parco e nemmeno chi già lavora in Cittadella con le giostre per i bambini e i tappeti elastici.

Così sono sorti nuovi problemi: la totale mancanza di vigilanza e la carenza di illuminazione ha fatto sì che, con l’apertura notturna, il parco delle famiglie e degli sportivi parmigiani diventasse il ritrovo delle ormai note baby gang che si dedicano a continui danneggiamenti e atti vandalici anche con coltelli di cui evidentemente sono dotati (oltre probabilmente al consumo e forse lo spaccio di droga), viene segnalato addirittura qualcuno che entra in moto (monopattini ne troviamo ovunque) oltre a chi fa i bisogni un po’ dappertutto. Del resto la carenza dei servizi igienici è rimasta intatta nonostante le promesse di questa primavera.

Nella latitanza del comune, i gestori dei giochi per bimbi, stanchi di effrazioni e danneggiamenti, si ritrovano a dover assoldare delle guardie giurate o a pattugliare di persona il parco la notte. E quando richiedono l’intervento delle pattuglie, riferiscono di sentirsi rispondere che non è possibile intervenire in tempi utili. Il parco che fino ad oggi si era miracolosamente salvato dal degrado è diventato nelle ore notturne una terra di nessuno in cui bande di balordi creano danni e situazioni pericolose. A questo punto ci viene il dubbio che possa essere voluto: il degrado delle aree verdi di Parma per questa amministrazione - ha concluso la Cavandoli - deve essere un elemento costante, in modo da livellarne l’insicurezza e la non fruibilità”

In consiglio comunale, il primo dopo la sosta agostana, sono stati ricordati Giuseppe Marchetti da Sandro Campanini e Flavio Kampah Campagna da Caterina Bonetti che li  hanno ricordati con commozione.

Il centro La Vela di San Prospero non è un centro commerciale, ma ha solo il 25% degli spazi destinato a attività commerciali. E il Comune è orientato a dire no a una richiesta di ampliamento degli spazi commerciali rispetto a quelle artigianali e produttive. Lo ha detto l’assessore Casa rispondendo a un’interrogazione di Campanini sul degrado nell’area. Casa ha ricordato che nel luglio scorso è stata fatta un’ispezione con diffida a sistemare i luoghi ai proprietari e che dal 2018 sono stati fatti decine di controlli nell’area che ha però il suo problema nella destinazione originaria. Alinovi ha sottolineato che il Comune è comunque contrario a  un ampliamento dell’area commerciale in quanto sarebbe un aggravio di carico di traffico su una zona della città già problematica.

Sarà Viola Petruzziello l’amministratore unico di Ade servizi per il prossimo triennio fino al 2023. Succede a Enrico Calestani. Alla presidenza di Parma Infanzia, invece, il Comune ha nominato, sempre per i prossimi tre anni, Chiara Allegri L’annuncio ufficiale è stato dato oggi in consiglio comunale.

Con 22 voti su 32 consiglieri votanti l’ex consigliera comunale e regionale Gabriella Meo è stata eletta garante dei diritti degli animali del comune di Parma. L’incarico, a titolo gratuito, durerà sino al 2023 e ha visto la presentazione di 8 candidature.

A Parma sono state fin qui raccolte 12.000 firme a favore del referendum sull’eutanasia: lo ha annunciato il consigliere del gruppo misto che è esponente dei radicali Marco Maria Freddi in consiglio sottolineando che i giovani fra i 18 e i 35 anni sono la classe di età più rappresentata tra i firmatari e che “il numero raggiunto è ragguardevole in rapporto alla popolazione del territorio di Parma e al fatto che nessun partito politico ha sostenuto questa raccolta firme”.