×
×
☰ MENU

Federconsumatori: "Quante segnalazioni sul degrado del manto stradale dell'A15 in zona Berceto"

Federconsumatori: "Quante segnalazioni sul degrado del manto stradale dell'A15 in zona Berceto"

21 Aprile 2021,12:23

Federconsumatori Parma ha ricevuto, il 19 aprile scorso, da alcuni cittadini automobilisti, diverse fotografie che "attestano il degrado della tratta A15, nella zona di Berceto, gestita dalla società Salt Tronco Autocisa dove, al comparire del cattivo tempo, si sono creati i consueti problemi con il manto stradale".

 "La settimana scorsa infatti, sono stati sufficienti la pioggia e qualche fiocco di neve, con il conseguente spargimento di sale, per far sì che lungo tutta la tratta si creassero buche, o meglio crateri, come mostrano chiaramente le foto", spiega una nota dell'associazione.

“Dalle ricostruzioni effettuate -dichiara Fabrizio Ghidini, presidente di Federconsumatori Parma- risulta come si fossero già verificate condizioni analoghe, con gravi conseguenze per l’utenza. Il 22 gennaio scorso infatti, circa una ventina di veicoli sono finiti fuori strada con pneumatici rotti, a causa delle condizioni del manto stradale. Senza voler fare accostamenti coi fatti del ponte Morandi di Genova, emerge purtroppo ancora una volta l’inadeguatezza delle manutenzioni da parte delle società autostradali, peraltro molto sollecite nel rivendicare puntualmente ogni anno l’adeguamento delle tariffe, come noto particolarmente gravose per gli utenti. Anche il lavoro dei controllori si dimostra ancora una volta inadeguato”.

Appare chiaro come in un momento come questo, con l’arrivo della bella stagione e la prossima riapertura delle regioni, sempre più automobilisti si accingano a percorrere quel tratto autostradale in direzione della costa ligure e toscana. Ma non vanno dimenticati soprattutto i pendolari e coloro che quotidianamente sono in strada, anche con mezzi pesanti, per lavoro.

“La società -aggiunge Laura Bertolini, segretaria generale della Filt CGIL di Parma- provvede unicamente a interventi con asfalto a freddo, effettuati peraltro dal personale di pronto intervento che dovrebbe intervenire nella copertura delle buche in casi di emergenza. Questa soluzione è chiaramente inefficace in casi di perdurare di mal tempo e spargimento di sale. La società non ha provveduto ad effettuare lavori di ripristino, se non dopo gli episodi del 22 gennaio e l’intervento delle forze dell’ordine”.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI