×
×
☰ MENU

CULTURA

San Francesco del Prato: il primo Natale dopo la rinascita è ricco di eventi

San Francesco del Prato: il primo Natale dopo la rinascita

07 Dicembre 2021,08:46

Dopo la riconsacrazione ufficiale del 3 ottobre 2021, San Francesco del Prato si prepara a celebrare il suo primo Natale nella veste che merita. Finalmente riaperta al pubblico, una delle chiese francescane più antiche dell’Italia settentrionale, nonché simbolo dell’eccellenza e della rinascita culturale e artistica di Parma, è teatro e protagonista di un programma festivo particolarmente ricco e sorprendente, con concerti, visite guidate e l’esposizione di un bellissimo presepe napoletano, allestito fino al 6 gennaio in una delle cappelle.

Si comincia mercoledì 8 dicembre, con la Santa Messa per l’Immacolata (ore 10;30), presieduta da Monsignor Enrico Solmi. Nel pomeriggio, alle ore 16:00, comincia il concerto Musiche per il Natale - a cura di Casa della Musica, in collaborazione con “Associazione Amici del Presepio sezione di Parma”
- che vedrà il Quartetto Saxofollia accogliere il Presepe Napoletano, prima della benedizione, prevista per le 17:00 (in caso di maltempo il concerto si svolgerà alla Sala dei Concerti). Concepita su una superficie di 9 metri quadrati, l’installazione è composta da statuette finemente decorate e vestite con abiti in stoffa, in un contesto ambientale straordinario. Sarà possibile apprezzarlo tutti i giorni, negli orari di apertura della chiesa.

 

A offerta libera, le visite guidate alla chiesa di sabato 18 (dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 17:00) e domenica 19 dicembre (dalle 15:00 alle 17:00), creano idealmente l’atmosfera per il Presepe vivente del 20 dicembre, a cura della Scuola “Agostino Chieppi”, in scena dalle 17:00.

 

Sono in programma diverse celebrazioni religiose. In particolare, segnaliamo le Sante Messe di 24 dicembre alle ore 24:00; 25 e 26 dicembre, 1° e 6 gennaio, sempre alle ore 10:30. Sul sito www.sanfrancescodelprato.it si possono anhce leggere tutti gli altri appuntamenti religiosi, come i Vepri, l’Adorazione eucaristica, l’Ufficio e Lodi.

 

Alle 16:00 di domenica 26 dicembre, il Concerto di Santo Stefano sarà l’occasione per lasciarsi incantare su un programma composto da musiche di Bach, Mozart, Beethoven, Verdi, F. e K. Doppler. Tchaikovskij, Rossini e Verdi, eseguite dall’Orchestra di Flauti Zephyrus, fondata nel 2011 da Marco Zoni, primo flauto dell'orchestra del Teatro alla

Scala di Milano per proporre e divulgare personali trascrizioni di celebri brani del repertorio cameristico, sinfonico e lirico-sinfonico, in un gioco sottile di dinamiche e fraseggi. Le note scivolano con eleganza nel nuovo anno, per la rassegna “Il Suono nella Bellezza” con il Concerto dell’Epifania del 6 gennaio, quando, alle 16:00, a salire in cattedra saranno l’Orchestra “I Musici di Parma” e il Coro del Teatro Regio, diretti Maestro Martino Faggiani. Sarà possibile partecipare ad entrambi i concerti con prenotazione su App Parma 2020+21 e ingresso a offerta e nel rispetto delle nuove normative antiCovid.

La chiusura degli eventi del periodo natalizio è affidata ancora alle visite guidate alla chiesa di sabato 8 (dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 17:00) e domenica 9 Gennaio 2022 (dalle 15:00 alle 17:00).

 

Partecipare agli appuntamenti in calendario sarà un’opportunità per celebrare insieme l’avvento, il Natale e il nuovo anno, riscoprendo quella bellezza che rinasce e dà i suoi frutti a ogni passo della vita, come dimostra plasticamente un’impresa che ha visto la strabiliante e commovente partecipazione collettiva di sponsor e cittadini.

Nonostante questo, c’è ancora molto splendore nascosto da riportare alla luce. Il recupero delle cappelle laterali e il restauro dei numerosi affreschi trovati sotto l’intonaco aspettano ancora la generosità di tutti.

È ancora possibile sostenere il restauro della chiesa con una donazione, seguendo le istruzioni riportate sul sito: https://www.sanfrancescodelprato.it/it/dona/

Con un contributo di almeno 10 euro, sarà possibile scegliere un ricordo tra quelli proposti come testimonianza e ringraziamento per la partecipazione alla raccolta fondi collettiva.

 

Promosso dal Comitato per San Francesco del Prato, il recupero della chiesa è realizzato grazie al contributo del main donor Fondazione Cariparma, con il patrocinio e il sostegno di Comune di Parma, Parma Capitale della Cultura 2020+2021, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia Romagna , Diocesi di Parma e Frati Minori Conventuali, la partnership istituzionale dell’Università di Parma e Teatro Regio, il patrocinio e il sostegno di Famiglia Alberto Chiesi, Crédit Agricole, Barilla, SCIC Italia, FAAC, XLite, e e gli sponsor tecnici: Areaitalia agenzia di comunicazione, Centro Grafico, DS De Simoni, LEN, Metalbox, MacroCoop, Mediagroup98 e Top Service.

 

Per informazioni: Comitato per San Francesco del Prato

Via del Prato, 4 – 43121 Parma E-mail: visite@sanfrancescodelprato.it Sito web: www.sanfrancescodelprato.it

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI