×
×
☰ MENU

il patrono

Il vescovo nell'omelia per Sant'Ilario: "Parma può e sa offrire accoglienza, compassione e lavoro"

Il vescovo nell'omelia per Sant'Ilario: "Parma può e sa offrire accoglienza, compassione e lavoro"

13 Gennaio 2022,20:23

“Dai borghi di Parma si può guardare il mondo. E dare di più. Parmigiani vecchi e nuovi devono essere insieme per una città buona e bella: accoglienza, compassione e lavoro sono le cose che Parma può e sa offrire”. Così il vescovo di Parma, monsignor Enrico Solmi, nella sua omelia durante la messa in onore di sant’Ilario, celebrata in Cattedrale, alla presenza delle autorità civili e militari.
Il pensiero di Solmi è andato “agli anziani, ai bambini e alle famiglie che, in questo tempo di pandemia, faticano di più e si sentono soli. Sant’Ilario ha conosciuto la generosità e l’ospitalità dei parmigiani: il bene e la compassione non vanno mai sprecati, ma riscaldano la nostra società sciogliendo il ghiaccio dell’individualismo e dell’indifferenza”. (v.r.)

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI