×
×
☰ MENU

intervento del sindaco

Elezioni, Pizzarotti: "No alla vecchia politica, sì alle alleanze per migliorare la vita a Parma"

Elezioni, Pizzarotti: "No alla vecchia politica, sì alle alleanze per migliorare la vita a Parma"

21 Gennaio 2022,15:26

"Il 21 gennaio è un giorno speciale". Anzi, due. "Il 21 gennaio del 2012 mi sono candidato a sindaco di Parma con il Movimento 5 Stelle - scrive Federico Pizzarotti -. Il 21 gennaio 2017 mi sono ricandidato con Effetto Parma. In entrambe le occasioni la città ha confermato il mio mandato".

E poi c'è oggi, 21 gennaio 2022, con l'impossibilità di un terzo mandato ma con un nuovo messaggio che il sindaco rivolge alla città a tema elezioni.
"Nel primo mandato ci siamo candidati con la volontà di cambiare il sistema. Nel secondo per non lasciare un buon lavoro a metà. Oggi non più cambiare il sistema, ma migliorare quello che c’è, passo dopo passo puntando sempre al meglio e a una vita di qualità. Ma c’è classe politica e classe politica, anche a Parma: si tratta di scegliere cosa è meglio per la città. Ad esempio, c’è una politica ferma agli anni ’90, quando c’erano ancora i semafori in tangenziale. È rimasta lì e da lì non si è più mossa. Si è cementificata al passato, mentre il mondo corre e va avanti", lancia la sua frecciata Pizzarotti.
"Poi - riprende - c’è una politica che si rimbocca le maniche, lavora per migliorare ogni singolo aspetto della vita di Parma, non si piange addosso e guarda sempre avanti, ben sapendo che bisogna rimanere al passo col mondo e con i suoi cambiamenti. È la politica che costruisce, che in questi mesi sta dialogando apertamente e con trasparenza per il bene della città, per consegnare a Parma un governo in grado di guidare il cambiamento e mai subirlo. Lo penso davvero: Parma, città stupenda e dalle mille occasioni, merita il nostro coraggio e il nostro ottimismo, e noi non possiamo voltarle le spalle".
E conclude: "Perciò oggi non si annuncia nessuna ri-candidatura , ma è il giorno giusto per un pensiero rivolto a questi 10 anni in cui la città, io ed Effetto Parma, insieme siamo maturati e cresciuti. C’è ancora tanta strada da fare, ma non ci spaventa. La faremo insieme e grazie al dialogo con le altre forze politiche consegneremo alla città un governo in grado di meritare l’entusiasmo, l’ottimismo e il coraggio di Parma".

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Leoprimo

    21 Gennaio 2022 - 17:29

    Bel discorso, solo che guardando troppo avanti si rischia di non vedere quel che accade al fianco. Quartieri di serie A e altri di serie B o C. Promesse non mantenute e degrado a nord della città ma sempre dentro il perimetro delle tangenziali, leggi San Leonardo. Cassonetti bruciati, spaccio, rumenta abbandonata lungo i viali, il Parco Nord in uno stato penoso da almeno due anni, nonostante le promesse di Casa e le varie interpellanze ricevute dal Comune. Un'ultima cosa, l'aver dimenticato completamente il dialogo con la cittadinanza, che ha portato alla totale assenza delle istituzioni se non per presenziare a qualche inaugurazione; infine la sventolata apertura di un posto di Polizia Locale allo Stu Pasubio completamente inutile e inutilizzato per gli scopi per i quali era stato creato.

    Rispondi

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI