×
×
☰ MENU

polizia

Droga dello stupro sequestrata al titolare di un salone di bellezza: 60enne ai domiciliari

Droga dello stupro sequestrata al titolare di un salone di bellezza: 60enne ai domiciliari

25 Febbraio 2022,15:42

Un 60enne titolare di un salone di bellezza è finito nei guai perchè avrebbe ricevuto, nel proprio esercizio commerciale una spedizione di Gamma Butirrolattone, comunemente chiamato con l’acronimo GBL, meglio conosciuto come la “droga dello stupro”. Lo hanno scoperto, dopo l'attività info-investigativa, agenti della sezione Antidroga della Squadra Mobile della Questura di Parma. Dopo una serie di informazioni a riguardo, gli investigatori della Squadra Mobile hanno predisposto un servizio di osservazione nelle vicinanze del salone di bellezza. Un corriere di una ditta di trasporti ha recapitato una scatola da spedizione in cartone, consegnata nelle mani dello stesso titolare. Gli uomini dell’Antidroga ipotizzando che all’interno del plico appena recapitato potesse trovarsi la sostanza stupefacente hanno deciso di intervenire procedendo all’identificazione e al contestuale controllo dell’uomo.

Nel pacco appena consegnato, proveniente dall’Olanda, c'era un flacone da 500 ml di liquido trasparente e un flacone da 250 ml contenente gel trasparente. Il contenuto di entrambi i flaconi è stato  analizzato dal locale Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica: al'interno di entrambi il Gamma Butirrolattone , comunemente chiamata GBL del peso netto pari a 257,7 grammi e 534,86 complessivi.

E' stata perquisita anche l'abitazione dell’uomo. Qui  spontaneamente, lui stesso  ha consegnato  ai poliziotti, un flacone analogo a quello rinvenuto nel pacco della spedizione contrassegnato dall’acronimo GBL e contenente sostanza stupefacente dal peso complessivo di grammi 248,1.

L’uomo, incensurato, è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Dell’arresto è stata informata l'autorità giudiziaria, che ha disposto che l’uomo fosse trattenuto presso i locali della Questura di Parma, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Nel corso dell’udienza, il giudice del rito direttissimo, convalidava l’arresto dell’uomo e gli applicava la misura cautelare degli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI