×
×
☰ MENU

mercato libero

Confconsumatori: "Iren e le modifiche contrattuali unilaterali: tante segnalazioni. Faremo incontri online"

Rincari record. Case per anziani e strutture sociali, allarme per gas e luce. Gli amministratori di condominio: rata extra per le spese

13 Maggio 2022,14:49

"Nelle ultime settimane veniamo raggiunti da moltissime telefonate da parte di consumatori che stanno ricevendo da Iren una lettera di preavviso di modifica unilaterale di contratto". A dirlo è Confconsumatori, che in una nota fa il punto.

I CONTRATTI NEL MERCATO LIBERO - Si tratta di contratti per luce e/o gas stipulati con vari gestori nel mercato libero e a prezzo fisso, vale a dire che il prezzo della materia prima doveva intendersi bloccato per un tempo definito tra i 12 e i 24 mesi. Questa caratteristica è la principale differenza tra il mercato libero e quello a maggior tutela, il quale prevede una modifica trimestrale del prezzo in base al costo di approvvigionamento nazionale della materia prima.

LA SCELTA DI IREN – Iren, come altri gestori, sta convertendo i contratti a prezzo fisso in contratti a prezzo variabile, in modo da tutelarsi in caso di eventuali aumenti nei prezzi di approvvigionamento di luce e gas. Va detto che la modifica unilaterale dei contratti è legittima, ma prevede il rispetto delle regole fissate dal Codice di condotta commerciale, in vigore dal 1° luglio 2021, come modificato da delibera 97/2021/R/com. L’art. 13, infatti, obbliga il venditore a giustificare per iscritto la ragione della modifica contrattuale, assicurandosi che l’utente ne abbia conoscenza con un preavviso non inferiore a 3 mesi rispetto alla decorrenza delle variazioni “considerandosi decorrente il suddetto termine dal primo giorno del mese successivo a quello di ricevimento da parte del cliente stesso”. Il successivo art. 14 prevede che, in caso di inottemperanza, il venditore sia tenuto a corrispondere al cliente finale un indennizzo automatico pari a 30 euro.

ALCUNE INCERTEZZE - Diversi consumatori stanno ricevendo ora la comunicazione, che riporta come data di attivazione della variazione il 1° agosto. Vale a dire che la comunicazione che perviene al cliente, ad esempio, il 7 maggio è fuori tempo. Resta da chiedersi: come si documenta la data di ricezione della lettera? E se non fosse mai pervenuta? Sarebbe pertanto auspicabile la modifica dell’articolo 13.1, prevedendo che la comunicazione in questione debba essere inviata per raccomandata. Unitamente, per trasparenza, dovrebbe anche essere comunicato al cliente quale sia il “giustificato motivo” che spinge il gestore a effettuare tale modifica unilaterale.

Passiamo ora al problema forse più importante che si trova a dover affrontare il consumatore che ha ricevuto questa comunicazione: cosa fare? E soprattutto, come scegliere un nuovo contratto?

Il Portale Offerte di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) è stato creato appositamente per aiutare il consumatore nella difficile scelta del contratto di energia da attivare, ma si sta rivelando uno strumento imperfetto e parziale: non tutti i venditori provvedono a comunicare al Portale stesso i contratti che hanno a disposizione, e il numero di offerte che il consumatore si trova a dover vagliare è inaffrontabile. In media, la lista dei contratti attivabili nel Comune di Parma va dai 109 ai 250.

Per assistere i cittadini e affrontare l’argomento in maniera ampia e precisa, Confconsumatori prevede di organizzare una serie di incontri via web: parleremo del mercato libero e di quello tutelato, di come gestire il proprio contratto e cosa valutare per il cambio di fornitore."

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 2
  • Frank

    15 Maggio 2022 - 11:48

    A che servono i contratti se poi ognuno li cambia a proprio piacimento? Come sempre l'iren e' arrogante

    Rispondi

  • giulio1963

    15 Maggio 2022 - 09:42

    Ho lasciato Iren da tempo, sono rimasto solo con l'acqua perché obbligato, la ritengo una delle peggiori società di fornitura di energia elettrica e gas, i vari clienti la considerino una buona occasione per passare a qualcun altro migliore, sono tanti visto il termine di paragone.

    Rispondi

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI