×
×
☰ MENU

Sicurezza

Parma all'Assemblea Nazionale dell'Associazione Controllo del Vicinato

Alle fine dell'anno Parma potrebbe essere la sede del primo Salone Nazionale sulla Sicurezza

Parma all'Assemblea Nazionale dell'Associazione Controllo del Vicinato

13 Maggio 2022,18:16

80.000 famiglie in Italia sono coinvolte nel progetto di Sicurezza partecipata che prende forma nel Controllo di Vicinato. Un numero importante, che, tra le altre notizie, è stato raccolto durante l’Assemblea annuale dell’Associazione Controllo del Vicinato che si è svolta a Mantova nei giorni scorsi e che ha approvato il Bilancio 2021 e rinnovato le cariche quadriennali della Presidenza e del Consiglio.

I lavori dell’Assemblea - riporta un comunicato - sono stati aperti dall’Assessore alla Sicurezza del Comune di Mantova Iacopo Rebecchi e dal Presidente uscente Ferdinando Raffero che ha presentato un rapporto sulle attività svolte nel quadriennio. Oltre a una crescita esponenziale di soci e gruppi costituiti su tutto il territorio nazionale, l’Associazione, è cresciuta dotandosi di mezzi di comunicazione efficaci come siti e newsletters oltre a numerose attività di formazione come la serie  webinar sulle truffe tenuti da esperti del settore. Per l’Emilia hanno partecipato i gruppi dell’Unione delle Terre d’Argine che aggrega 4 Comuni (Campogalliano, Carpi, Novi di Modena, Soliera) e le Associazioni CdV Parma e CdV Roncopascolo con Angelo Rolli e Gianni Mascitti.

Gianni Mascitti, ha proposto, a nome dell’Associazione CdV Parma, l’ambizioso progetto di svolgere a Parma il primo Convegno Nazionale del Controllo di Vicinato. Una due giorni ricca di interventi di Autorità Regionali e Comunali in ambito di sicurezza con i contributi di esperti,  rappresentanti ANCI e referenti dei gruppi CdV.

L’iniziativa da svolgersi a fine 2022 o primi mesi del ’23 sarà un vero e proprio Salone della Sicurezza, aperto anche al pubblico, nei locali dell’Ente Fiere di Parma con il coinvolgimento delle altre associazioni dell’Emilia Romagna. Una tappa importante, che catalizzerebbe l’attenzione delle istituzioni e della cittadinanza verso questa realtà di supporto alle forze dell'ordine nella prevenzione di episodi di microcriminalità e di degrado ambientale,  che opera soprattutto per recuperare e valorizzare quel senso di aggregazione che manca in ambito urbano, la cui perdita espone i cittadini, singolarmente, a pericoli di vario genere.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI